Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Giovanni Floris: “Le Sardine? Si sono cacciate da sole”

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 5 Ott. 2020 alle 17:39
95
Immagine di copertina

Giovanni Floris sulle Sardine: “Si sono cacciate da sole”

“Le Sardine si sono cacciate da sole”: lo afferma Giovanni Floris nel corso di un’intervista in cui ha parlato dei principali temi dell’attualità politica italiana con un occhio particolare alle nuove generazioni e, dunque, anche al movimento nato a Bologna in occasione delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. Il conduttore del programma d’approfondimento Di Martedì, infatti, ha scritto un libro, L’Alleanza, sulle condizioni dei giovani in Italia, di cui ha parlato in un’intervista a La Verità. Affrontando il tema della ribellione giovanile, il giornalista non ha potuto fare a meno di parlare delle Sardine, delle quali “Rischiano di cacciarsi nella rete da sole. Hanno saputo organizzare la protesta, e gliene va dato atto. Dire ‘no’ spesso è già fare politica. Ma far nascere un partito è un lavoro più complesso”.

Secondo Giovanni Floris, le Sardine “hanno risposto alla domanda sbagliata”. “Tutti gli chiedevano: ‘Cosa proponete?’. Avrebbero potuto rispondere: ‘Non proponiamo. Ascoltiamo e basta’. Poi, per carità, tutto è lecito: ma indubbiamente, entrando nel gioco politico, le Sardine hanno perso freschezza”. Parlando più in generale dei giovani italiani, poi, il giornalista dichiara che i ragazzi non sono né bamboccioni né vittime del sistema. “La deriva è tale – afferma Floris – che non sappiamo chi è carnefice e chi vittima. In fondo siamo noi padri che mangiamo le risorse dei giovani, ma anche loro che non accennano a ribellarsi”. L’ex presentatore di Ballarò è anche convinto che “dobbiamo costruire un percorso che avvicini i giovani alla politica e all’interesse comune”.

Secondo Floris, inoltre, in Italia si è già tornati al bipolarismo: “E non solo per le scelte dei partiti, ma anche per quelle degli elettori”. Il reporter infatti sottolinea che “da una parte abbiamo il tandem Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti, dall’altra Matteo Salvini con Giorgia Meloni, la quale è già una leader completa. Il quadro è più semplice di quanto si immagina. Sembra strano, ma in bilico tra i due mondi sembra esserci Forza Italia con Silvio Berlusconi che ci pensa su”.

Leggi anche: 1. “Il Pd festeggia per Toscana e Puglia, ma il merito è nostro”: l’arroganza delle Sardine ne rivela l’implosione / 2. Sardine, la denuncia di un ex militante pugliese: “Comandano in 4, ci controllano e volevano imporre il no a Emiliano” / 3. “Noi, usciti dalla Sardine perché nel movimento mancano democrazia e trasparenza”

4. Dieci domande a Jasmine Cristallo, la sardina che minaccia di querelare TPI / 5. L’ex Sardina di Gorizia: “Siamo diventati come Renzi, partito personale in cui l’immagine conta più di tutto” / 6. Zingaretti risponde alle Sardine su TPI: “Caro Santori, ti scrivo”

95
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.