Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Giorgia Meloni ora elogia Draghi: “È attento ai nostri temi”

Immagine di copertina
Giorgia Meloni e Mario Draghi

Giorgia Meloni divisa tra ruolo di opposizione e contatto con il centrodestra all’interno del governo. La leader di Fratelli d’Italia ha uno sguardo per Matteo Salvini e uno – ed è questa la novità – per il Mario Draghi.

I sondaggi, che vedono FdI volare al 18 per cento, sembrano premiare la strategia di Giorgia Meloni che proprio ieri, come racconta nell’intervista al Corriere della Sera, ha incontrato Draghi nell’ambito del giro di consultazioni sul Recovery Plan che il premier tiene con i partiti. “A differenza di quanto succedeva con Conte – esordisce la Meloni – vediamo interesse per le nostre posizioni. È un passo in avanti che apprezziamo”.

Draghi-mania?

Dopo parole forti lanciate in più occasioni dagli scranni dell’opposizione, per la prima volta Giorgia Meloni distende i toni nei confronti del premier Draghi: “Resta il problema del metodo”, eccepisce tuttavia la presidente di FdI. La sua unica preoccupazione è che Draghi possa anticipare al 30 aprile la presentazione del Recovery. “Il Parlamento – ricorda lei – si è espresso sulle proposte di Conte, ma su questo ci si deve dare il tempo per esaminarlo”. Sul punto non si transige per FdI: “Non si pensi di bypassare il Parlamento – avverte la Meloni – Non ci staremo”.

Il nodo coprifuoco

“Questa nostra battaglia è stata accolta”, sottolinea la Meloni, che ha portato al Presidente del Consiglio la sua proposta di pagare mensilmente la Cig e tenere conto nei ristori “non solo del fatturato perso ma anche dei costi fissi come gli affitti”. Toni più ultimative sulle riaperture. “Deve sparire – dice – la parola coprifuoco. Ora basta“.

Lega-FdI? “Nessun attacco”

Poi la leader di FdI precisa che la mozione di sfiducia a Speranza “non è un attacco alla Lega”, ma un atto che caratterizza l’opposizione. “Anche Salvini – ricorda la propose contro Gualtieri”. E anche la presidenza del Copasir “è un tema del rapporto maggioranza-opposizione e non una guerra FdI-Lega”. È arrivato, tuttavia, la necessità di parlarsi. Anche perché le amministrative incombono. Al momento non ci sono candidati. “Quando ci vedremo – conclude la Meloni – ci confronteremo e renderemo pubbliche le nostre decisioni”.

Leggi anche: Giorgia Meloni: “Senza noi all’opposizione l’Italia si sarebbe avvicinata alla Corea del Nord”

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gli haters di Mattarella indagati e l'odio social finalmente perseguito (di G. Cavalli)
Opinioni / Il video complottista del debunker che difende Renzi dall’inchiesta di Report
Musica / Dj Ringo: “Fedez diventerà un politico. Ma dietro la sua svolta c’è Chiara Ferragni”
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gli haters di Mattarella indagati e l'odio social finalmente perseguito (di G. Cavalli)
Opinioni / Il video complottista del debunker che difende Renzi dall’inchiesta di Report
Musica / Dj Ringo: “Fedez diventerà un politico. Ma dietro la sua svolta c’è Chiara Ferragni”
Politica / Salvini teme il sorpasso della Meloni nei sondaggi: ecco perché ha ripreso a martellare su Draghi
Politica / Insultano Mattarella sul web: perquisizioni per 11 indagati
Politica / Report, la testimone dell'incontro Renzi-007: "Ho sentito Mancini dirgli 'sono a disposizione'"
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Politica / Caso Renzi-007, Report rincara la dose: stasera parla la fonte che ha girato il video