Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Celebrazioni del 25 aprile, Gino Strada: “Salvini? È un fascista, spero si tolga dai c***i”

Immagine di copertina

GINO STRADA SALVINI –Matteo Salvini non ha idee destrorse, è un fascista. E sono ben contento che non partecipi alla festa della Liberazione“. Non ha usato mezzi termini Gino Strada, fondatore di Emergency, per commentare la decisione del ministro dell’Interno di non partecipare a nessuna celebrazione per il 25 aprile, recandosi invece a Corleone per un evento contro la mafia.

Durante il corteo di Milano, Strada ha parlato con alcuni giornalisti. E non ha usato per niente parole al miele nei confronti del segretario della Lega.

Celebrazioni del 25 Aprile: tra Di Maio e Salvini l’ennesimo scontro

“Questa festa ha un’importanza particolare – ha detto infatti Strada – visto il clima che c’è in Italia, Al governo ci sono dei fascisti, mi sembra il caso di ribadire con forza che ci sono altri valori, che non sono i loro. Credo che questa risposta sia positiva. Mi auguro che molta più gente in Italia decida di mobilitarsi, perché questa situazione è pericolosa”.

Incalzato dalle domande su Salvini, alla fine il fondatore di Emergency ha sbottato: “Di Salvini non penso niente, spero solo che si tolga dai c***i. Sono contento che non partecipi alla manifestazione. È un fascista, vuoi che festeggi il 25 aprile?”.

Gino Strada a TPI: “Soltanto un cretino può pensare di fermare le migrazioni”

Non è di certo la prima volta che Strada si scaglia contro il vicepremier leghista. A gennaio scorso, dopo due naufragi nel Mar Mediterraneo costati la vita a 170 migranti, il medico e attivista aveva dato del “fascistello” a Salvini.

“Gino Strada oggi mi definisce – aveva risposto il ministro dell’Interno sui social – disumano, gretto, ignorante, fascistello, criminale. Solo? Evidentemente la fine della mangiatoia dell’immigrazione clandestina li sta facendo impazzire. L’Italia ha rialzato la testa”.

Nessuna replica, invece, è arrivata riguardo agli attacchi subiti da Salvini durante le manifestazioni per il 25 aprile.
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Ti potrebbe interessare
Politica / Castellina: “Quirinale? Spero in un bis di Mattarella. Tra le donne la mia scelta è Rosy Bindi”
Politica / Monti: "Meno democrazia nella comunicazione, in guerra si accettano limitazioni alla libertà"
Politica / Dalla Maggioni alla von Furstenberg: la Roma che conta alla corte di Lady Di Maio
Politica / “Vogliono tappare la bocca a Report”: parla Sigfrido Ranucci
Politica / “Caro TPI, sì è vero, sono un metallaro in pa-Pillon”: parla il senatore leghista
Politica / La politica è ormai latitante sulla mafia
Opinioni / Non tagliamo le ali della Repubblica (di G. Bettini)
Politica / Firmato il Trattato del Quirinale tra Italia e Francia, Draghi: “Patto storico”
Politica / L’Economist incorona Giorgia Meloni: “Può diventare la prima premier donna in Italia”
Politica / Melicchio (M5S) a TPI: “Ringraziare i ricercatori precari a parole non ha senso se non vengono assunti dal Cnr”