Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:22
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

I gilet gialli sono diventati un partito e si presenteranno alle elezioni europee

Immagine di copertina
Ingrid Levavasseur, leader della lista dei gilet gialli per le europee. Credit: CHARLY TRIBALLEAU / AFP

I gilet gialli si candideranno con una lista alle elezioni politiche di maggio 2019. La lista si chiamerà Ralliement d’initiative citoyenne (unione d’iniziativa cittadina) e sarà guidata da Ingrid Levavasseur, infermiera di 31 anni, già tra i leader del movimento di protesta contro il presidente francese Macron.

Lo sbarco ufficiale in politica è stato confermato con un comunicato stampa diffuso il 23 gennaio. Nella nota sono stati diffusi anche i nomi di dieci persone che saranno candidate: tra loro un autista, un avvocato, una casalinga e un dipendente pubblico.

Non è chiaro al momento se questo progetto sia in qualche modo collegato a quello annunciato in precedenza da un’altra leader dei gilet gialli, Jacline Mouraud.

“L’idea è che della lista Ralliement d’initiative citoyenne facciano parte persone che hanno partecipato alle mobilitazioni fin dall’inizio, e non tecnocrati”, ha spiegato al quotidiano francese Le Figaro Hayc Shahinyan, altra figura centrale del movimento di protesta, che sarà anche direttore della campagna elettorale.

“Le elezioni di europee ci permetteranno di soddisfare le nostre richieste. Siamo complementari ai movimenti di protesta della società”, ha aggiunto Shahinyan.

Della trasformazione dei gilet gialli in partito politico si era già parlato in precedenza, quando Mouraud, 51 anni, tra i volti moderati della protesta anti-Macron, aveva annunciato il lancio del partito Les Emergents (che tradotto significa “gli emergenti”). Ancora non si sa, però, se questo partito avrà qualche connessione con Ralliement d’initiative citoyenne.

Resta da capire come si porrà rispetto a questi partiti nascituri il Movimento Cinque Stelle italiano, che più volte ha manifestato sostegno ai gilet gialli francesi.

Ti potrebbe interessare
Politica / Il Green pass divide la Lega: il 40% dei leghisti non vota la fiducia al decreto alla Camera
Politica / Elezioni amministrative del 3-4 ottobre 2021: candidati, orari, legge elettorale
Politica / Il messaggio in codice di Prodi a Mattarella: “Un incarico settennale a 82 anni è un’incoscienza”
Ti potrebbe interessare
Politica / Il Green pass divide la Lega: il 40% dei leghisti non vota la fiducia al decreto alla Camera
Politica / Elezioni amministrative del 3-4 ottobre 2021: candidati, orari, legge elettorale
Politica / Il messaggio in codice di Prodi a Mattarella: “Un incarico settennale a 82 anni è un’incoscienza”
Politica / Lega, la crisi interna arriva su Whatsapp: “Decide tutto Draghi, meglio la scissione”
Politica / Draghi: “Emergenza climatica come la pandemia, agire subito o sarà troppo tardi”
Politica / Perché la Cultura sarà importante per il prossimo sindaco di Roma
Politica / Prodi a Letta: “I diritti non bastano, il Pd faccia più proposte forti”
Politica / Green Pass, Letta: “Salvini su questi temi è irrilevante nel Governo, nemmeno la Lega lo segue”
Politica / Don Matteo della Mancia: Salvini ha scambiato i social per la realtà e si è perso per strada la Lega
Politica / Il candidato di centrodestra Bernardo agli alleati: "Datemi i soldi della campagna elettorale o mi ritiro"