Germania, i risultati del voto in Sassonia e Brandeburgo. Exit poll: vola l’ultradestra dell’Afd

I cristiano-democratici di Angela Merkel in calo, ma restano primo partito in Sassonia. I socialdemocratici in testa in Brandeburgo

Di Anna Ditta
Pubblicato il 1 Set. 2019 alle 19:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:10
0
Immagine di copertina
Andreas Kalbitz capolista AfD a Brandenburg e il candidato AfD Bjoern Hoecke si congratulano dopo i primi exit poll. Credit: Gregor Fischer / DPA / AFP

Germania, elezioni in Sassonia e Brandeburgo: exit poll e risultati del voto di oggi 1 settembre 2019

I due Laender tedeschi di Sassonia e Brandeburgo sono andati al voto oggi, domenica 1 settembre 2019, per le elezioni regionali in Germania. I seggi si sono chiusi e, in attesa dei risultati, i primi exit poll sono stati pubblicati dal primo canale pubblico tedesco Ard.

L’ultradestra dell’Afd ha ottenuto dei buoni risultati, arrivando seconda in entrambi in Laender, anche se in testa rimangono i partiti tradizionali: i cristiano-democratici (Cdu) di Angela Merkel in Sassonia e i socialdemocratici (Spd) in Brandeburgo.

Ecco cosa dicono in dettaglio gli exit poll.

Elezioni in Sassonia: exit poll e risultati

I primi exit poll relativi alla Sassonia danno in calo di 7,4 punti i cristiano-democratici (Cdu) della cancelliera Angela Merkel, che restano tuttavia il primo partito, attestandosi all’interno della forchetta tra il 32 e il 33,5 per cento (a fronte del 39,4 per cento del 2014).

L’ultra destra dell’Afd è data invece al 27,5 per cento con un aumento di 17,8 punti (nelle precedenti elezioni regionali del 2014, il risultato dell’Afd era del 9,7 per cento).

La Sinistra (Die Linke) raggiungerebbe il 10,5 per cento, perdendo otto punti mentre i Verdi sarebbero in crescita di 2-3 punti al 8,0/9,0 per cento.

Infine, i socialdemocratici della Spd sono previsti in calo di quattro punti all’8,0 per cento mentre i liberali della Fdp in crescita al 4,5/4,8 per cento rispetto al 3,8 per cento delle ultime elezioni regionali.

“Ce l’abbiamo fatta, il nostro è un messaggio: ha vinto la Sassonia gentile”, ha dichiarato il ministro-presidente in carica della Sassonia e capolista della Cdu, Michael Kretschmer, nel commentare il risultato degli exit-poll che da il partito conservatore saldamente in testa. “Abbiamo dimostrato chi è la forza maggiore”.

Il capo dell’Afd in Sassonia, Joerg Urban, ha sostenuto che “l’Afd stasera è il vincitore”, definendo la giornata “storica” dal momento che “il nostro partito ha fatto vacillare vistosamente la Sassonia, roccaforte della Cdu”.

Elezioni in Brandeburgo: exit poll e risultati

Per quanto riguarda il voto in Brandeburgo, il primo partito risulta quello dei socialdemocratici (Spd) in calo di 4,4 punti, con il 27,5 per cento dei voti. Qui i populisti di destra dell’Afd arrivano al 22,5 per cento con un aumento di 10 punti, senza riuscire nel sorpasso o nel testa a testa ipotizzato dai sondaggi.

La Cdu, il partito della cancelliera Angela Merkel, scenderebbe dal 23,0 al 15,5 per cento perdendo quindi quasi otto punti. I Verdi sarebbero in salita dal 6,2 per cento del 2014 al 10,0 per cento mentre la Sinistra (Linke, al governo a Potsdam con la Spe) perderebbe sette punti scendendo al 10,5-11 per cento.

“L’Afd è arrivata per rimanere”, ha dichiarato il capolista dell’Afd del Brandeburgo, Andreas Kalbitz, commentando i primi exit poll. “Ora si comincia sul serio”.

Kalbitz, secondo alcuni documenti trapelati nei giorni scorsi, ha partecipato a una manifestazione neonazista in Grecia nel 2007.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.