Gad Lerner, la pesante frecciata a Matteo Salvini dopo gli insulti dei leghisti a Pontida

Di Laura Melissari
Pubblicato il 16 Set. 2019 alle 12:50 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 19:25
0
Immagine di copertina

Gad Lerner, la pesante frecciata a Matteo Salvini dopo gli insulti dei leghisti a Pontida

Gad Lerner ha risposto agli insulti ricevuti ieri, 15 settembre, al raduno di Pontida. Il giornalista era stato preso di mira dai militanti che gli hanno urlato irripetibili insulti, tra cui “straccione, ebreo di mer**, massone”.

Il giornalista è intervenuto su Twitter, rivolgendosi direttamente al leader della Lega, accusandolo di non aver preso le distanze dalla “sua piazza”.

“Quando l’onorevole leghista Cesare Rizzi disse in un comizio “Se vedo Lerner capisco Hitler”, subito Bossi mi telefonò che era un pirla. Quando Gianluca Buonanno mi definì “ebreo tirchio che fa il comunista”, Giorgetti chiamò per chiedere scusa. Matteo Salvini, chi tace acconsente”, ha scritto su Twitter

Qui il tweet di Gad Lerner dopo i fatti di Pontida, che ha ricevuto migliaia di like e condivisioni:

Raduno di Pontida, giornalista di Repubblica aggredito da un militante della Lega: “Fuori dai cogl****”

Pontida 2019, torna il tradizionale raduno della Lega. Salvini: “Il più partecipato di sempre”

Che cos’è il raduno di Pontida della Lega e qual è la simbologia che c’è dietro

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.