Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Fondi Lega, “Quello che indaga lo abbiamo messo noi”: le rivelazioni del sottosegretario Durigon sui 49 miloni

Immagine di copertina

Fondi Lega, Durigon: “Quello che indaga lo abbiamo messo noi”

“Quello che fa le indagini sui fondi della Lega, lo abbiamo messo noi”: sono le dichiarazioni, catturate da una telecamera nascosta, del sottosegretario all’Economia del Carroccio, Claudio Durigon.

È una vera e propria rivelazione shock quella che fa il leghista, ignaro del fatto che le sue affermazioni siano registrate in un filmato, finito al centro di un’inchiesta condotta da Fanpage.

“I tre commercialisti? Tutte cazzate – rivela Durigon nel corso di un incontro con alcuni responsabili di alcune società di formazione in riferimento a Alberto Di Rubba, Andrea Manzoni e Michele Scillieri, i commercialisti vicini al Carroccio arrestati per l’inchiesta Film Commission – Lascia perdere, sono i giornali, fidati di me”.

Nell’inchiesta, inoltre, viene ricostruita tutta la carriera dell’attuale sottosegretario del governo Draghi. Prima di diventare deputato nel 2018, Durigon aveva ricoperto il ruolo di vicesegretario generale dell’Ugl. Secondo quanto scrive il quotidiano online, quando il Carroccio si è ritrovato in difficoltà economiche per via dei 49 milioni sequestrati, sarebbe stato proprio Durigon a mettere a disposizione del leader della Lega, Matteo Salvini, “uomini, sede e mezzi del sindacato Ugl”.

“Mi ricordo che ce l’ha presentato Salvini, dicendo che era una sorta di nuova leva che doveva aprire il partito al Sud. La sua scalata non si spiega con meriti acquisiti sul campo” dichiara un ex deputato e dirigente leghista al quotidiano.

Il rapporto tra l’Ugl e la Lega avrebbe aiutato il partito di Salvini a radicarsi nel Lazio, mentre alcuni dirigenti del sindacato avrebbero ottenuto incarichi nel Carroccio.

È il caso del sottosegretario all’Istruzione, Roberto Sasso, e di Francesco Zicchieri, coordinatore della Lega per il Sud Italia e deputato, che dall’Ugl avrebbe ricevuto un compenso di 4.786 euro per una collaborazione.

Leggi anche: 1. Fondi Lega, la Finanza piomba negli uffici della Lombardia Film Commission per acquisire documenti / 2. Lega, Salvini: “I 49 milioni? Spesi in manifesti elettorali e corrente elettrica” / 3. Salvini sui commercialisti della Lega arrestati: “Mi fido di loro, ne conosco due”

Ti potrebbe interessare
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Cronaca / Fedez, il direttore di Rai3: "Valutiamo una querela". Il rapper non arretra: "Ho i mezzi per difendermi"
Politica / Franco Di Mare in Vigilanza: "Da Fedez c'è stata manipolazione"
Ti potrebbe interessare
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Cronaca / Fedez, il direttore di Rai3: "Valutiamo una querela". Il rapper non arretra: "Ho i mezzi per difendermi"
Politica / Franco Di Mare in Vigilanza: "Da Fedez c'è stata manipolazione"
Politica / Salvini difende Renzi: "Polemica inesistente, io ho visto decine di agenti segreti"
Politica / Il ritorno di Gallera: nominato presidente della Commissione bilancio
Opinioni / Caro Conte, anche tu hai tenuto i porti chiusi (di G. Cavalli)
Politica / Il ritorno dei giallorossi: Pd e M5S uniti contro la Lega sul Ddl Zan
Politica / Nomine Rai, Draghi pronto a intervenire se i partiti non sceglieranno figure all’altezza
Politica / Renzi: "Punti oscuri nella storia di Report"
Politica / Qui Radio Colle, Quirinale irritato coi partiti: la riforma della magistratura tocca a loro