Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Elezioni Amministrative Milano 2021, la guida: candidati, legge elettorale, data. Tutto quello che c’è da sapere sulle comunali

Immagine di copertina
Credit: Wikipedia

Elezioni Amministrative Milano 2021, guida: candidati, legge elettorale, data

Domenica 3 e lunedì 4 ottobre 2021 sono in programma le elezioni amministrative di Milano, in cui i cittadini milanesi saranno chiamati a eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale.

Oltre a Milano sono 5 i capoluoghi di Regione in cui si andrà a votare: Roma, Torino, Trieste, Bologna e Napoli, mentre sono 14 le città capoluogo di provincia in cui è previsto il voto: Pavia, Benevento, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona, Varese.

In totale sono 1.157 i comuni coinvolti nelle elezioni amministrative 2021 con dodici milioni di italiani chiamati a votare. Nello stesso giorno, inoltre, si voterà per le Regionali in Calabria e per le suppletive della Camera dei deputati nei collegi di Siena-Arezzo e Roma-Primavalle.

Le elezioni, che si sarebbero dovute tenere nella scorsa primavera, sono state rinviate a causa dell’emergenza Covid, mentre gli eventuali ballottaggi sono previsti per il 17 e il 18 ottobre 2021.

Il sindaco uscente Beppe Sala, appoggiato dal Partito democratico, arriva al voto nettamente favorito sugli altri contendenti, primo tra tutti Luca Bernardo, sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Secondo i sondaggi, Sala potrebbe ottenere più del 50% dei consensi al primo turno ed evitare di affrontare al ballottaggio il candidato del centrodestra, direttore del dipartimento di Pediatria dell’ospedale Fatebenefratelli. Come a Roma e a Torino, anche a Milano il Movimento 5 Stelle non ha  trovato un accordo con il Pd per una candidatura comune e sostiene Layla Pavone, ex membro del consiglio di amministrazione de Il Fatto Quotidiano.

Ma chi sono gli altri candidati delle elezioni amministrative di Milano? E con quale legge elettorale verrà scelto il nuovo sindaco della città meneghina? Di seguito una guida utile al voto del 3-4 ottobre 2021.

Elezioni amministrative Milano 2021, data e orari

Come già sottolineato precedentemente, i cittadini milanesi sono chiamati alle urne domenica 3 e lunedì 4 ottobre 2021. Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23 di domenica e dalle 7 alle 15 di lunedì.

Non appena le urne saranno chiuse, inizierà lo spoglio delle schede, mentre i primi exit poll saranno disponibili subito dopo la chiusura dei seggi.

I candidati

Sono 13 i candidati sindaco alle comunali di Milano anche se la sfida riguarda soprattutto il candidato del centrosinistra, nonché primo cittadino uscente, Beppe Sala, e quello del centrodestra, Luca Bernardo. La candidata del M5S a Milano è Layla Pavone. Tra gli altri volti noti, Gianluigi Paragone con il suo movimento Italexit.

Di seguito, l’elenco dei 13 candidati alle amministrative di Milano e le liste che appoggiano ogni singolo aspirante sindaco:

  • Giuseppe Sala – Partito democratico, Volt, Lista Beppe Sala sindaco, La Milano radicale con Sala, Riformisti lavoriamo per Milano, Milano in salute, Europa verde, La sinistra per Sala Milano unita
  • Luca Bernardo – Lega per Salvini premier, Forza Italia, Lista civica Luca Bernardo, Milano Popolare Maurizio Lupi, Fratelli d’Italia, Partito liberale europeo
  • Layla Pavone – M5S
  • Gabriele Antonio Mariani – Milano in comune sinistra e costituzione, Civica ambienta lista
  • Gianluigi Paragone – Milano Paragone sindaco, Grande Nord
  • Giorgio Goggi – Milano liberale, Socialisti di Milano
  • Bianca Miriam Tedone – Potere al Popolo
  • Natale Azzaretto – Partito comunista dei lavoratori
  • Marco Muggiani – Partito comunista italiano
  • Alessandro Fabio Pascale – Partito comunista
  • Mauro Festa – Partito gay lgbt+
  • Teodosio De Bonis – Lista 3v
  • Bryant Biavaschi – Milano inizia qui

Comunali Milano, come si vota: la legge elettorale

Le elezioni amministrative a Milano si svolgono secondo un sistema elettorale che prevede la vittoria del candidato che ottiene il 50% più uno dei consensi, altrimenti si va al ballottaggio (che eventualmente si terrà il 17 e il 18 ottobre 2021) tra i due più votati.

Ciascun elettore riceverà al seggio due schede elettorali: una di colore azzurra per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale e una di colore verde per l’elezione dei presidenti e dei consigli municipali. Si può esprimere la propria preferenza tracciando un segno sul nome del candidato sindaco: in questo caso il voto andrà solo ed esclusivamente a lui. In alternativa, si può votare una delle liste collegate al candidato sindaco: così la preferenza andrà sia alla lista che al sindaco che quel partito sostiene.

Previsto anche il voto disgiunto: i cittadini possono barrare sulla loro scheda il nome di un candidato sindaco e poi il simbolo di una lista che non lo appoggia.

Per votare i consiglieri comunali, i cittadini possono scegliere fino a due candidati di una lista, scrivendo i loro nomi nelle righe accanto al simbolo della lista a cui appartengono. Nel caso si esprimano due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, o la seconda preferenza sarà annullata. Inoltre, le preferenze devono essere manifestate solo per candidati appartenenti alla lista votata. Quando si esprime la preferenza per uno o due candidati al consiglio comunale, il voto viene attribuito anche alla lista a cui appartengono e al candidato sindaco collegato a essa, a meno che non sia stato espresso un voto disgiunto.

Ciascun elettore dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità e la tessera elettorale. Per accedere al seggio non è obbligatorio il Green Pass, ma bisognerà comunque rispettare alcune norme anti-Covid, ovvero indossare la mascherina, igienizzare le mani, evitare assembramenti e non recarsi al seggio se la temperatura corporea supera i 37,5° o se si è in quarantena.

TUTTO SULLE AMMINISTRATIVE 2021

Ti potrebbe interessare
Politica / Mario Draghi? In pensione a 59 anni con 14mila euro lordi al mese
Cronaca / Ddl Zan, Letta: “Prove generali per il Quirinale, Italia allineata a Polonia e Ungheria”
Politica / “Cari parlamentari, perché non avete avuto il coraggio di votare apertamente una legge contro i crimini d’odio?”. Parla Monica Cirinnà
Ti potrebbe interessare
Politica / Mario Draghi? In pensione a 59 anni con 14mila euro lordi al mese
Cronaca / Ddl Zan, Letta: “Prove generali per il Quirinale, Italia allineata a Polonia e Ungheria”
Politica / “Cari parlamentari, perché non avete avuto il coraggio di votare apertamente una legge contro i crimini d’odio?”. Parla Monica Cirinnà
Politica / Roberto Calderoli, artefice della strategia che ha affossato il Ddl Zan: “Ho proprio goduto”
Politica / La gaffe di Giarrusso al Parlamento Europeo: non riesce a parlare in inglese e rinuncia al suo intervento | VIDEO
Politica / Pensioni, Draghi tende la mano ai sindacati: per un anno Quota 102 poi riforma. Stretta al Reddito di cittadinanza
Politica / L'affossamento del Ddl Zan al Senato apre la corsa di Casini al Quirinale (di M. Antonellis)
Politica / Ddl Zan, Bonetti (Italia Viva): “Noi trasparenti. Irresponsabile insistere, serviva dialogo”
Politica / Ddl Zan, Renzi in Arabia Saudita nel giorno del voto. Il leader di Italia viva: “Colpa di Pd e M5s”
Politica / Orban elogia Salvini: “È un eroe che è riuscito a fermare i migranti anche in mare”