Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Coronavirus, deputato leghista risponde ai francesi con la pizza bruciata Notre Dame: polemica sul web

A pubblicare l'istantanea è stato Leonardo Tarantino, parlamentare del Carroccio ed ex sindaco di Samarate, in provincia di Varese

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 5 Mar. 2020 alle 09:15 Aggiornato il 9 Mar. 2020 alle 14:34
2.2k

Coronavirus, deputato leghista risponde ai francesi: “Pizza Notre Dame”

Un deputato leghista risponde ai francesi e al loro video satirico sulla “pizza Coronavirus” trasmesso su Canal + proponendo la foto di una pizza bruciata, soprannominata “pizza Notre Dame” con un evidente riferimento all’incendio che il 15 aprile 2019 ha parzialmente distrutto la cattedrale di Parigi. Autore dell’istantanea è Leonardo Tarantino, parlamentare del Carroccio ed ex sindaco di Samarate, in provincia di Varese.

Tarantino ha condiviso la foto sul suo profilo Facebook con la seguente didascalia: “Pizza Notre Dame. Tiè!!!”. L’istantanea, che in breve tempo ha fatto il giro del web, ha provocato reazioni contrastanti tra gli utenti. In molti, infatti, hanno apprezzato la trovata del deputato leghista. “Chi la fa l’aspetti” scrive qualcuno, mentre un altro utente afferma: “Almeno non si fa ironia sulla gente che muore, nell’incendio di Notre Dame “solo” un tetto bruciato!”.

deputato leghista pizza coronavirus

Tuttavia, Tarantino ha ricevuto anche qualche critica. “Non ci credo che lei è un deputato” afferma un utente, mentre un altro follower scrive: “La trovo volgare esattamente come quella dei cugini francesi”. Critiche anche da Silvano Monticelli, uno dei coordinatori delle Sardine varesine, che dichiara: “Non mi sento rappresentato da un parlamentare che si presta a una bassezza di questo genere”.

Leggi anche:

1. Il video francese sulla pizza al Coronavirus che indigna l’Italia / 2. Canal+ chiede scusa per il video sulla pizza al coronavirus che ha indignato l’Italia

2.2k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.