Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

M5s, accordo tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte. L’ex premier: “Soddisfatto, ora ci sono tutte le condizioni per ripartire”

Immagine di copertina
Credit: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

“È il momento di lasciarci alle spalle le ombre di questi giorni difficili. I momenti duri sono utili se ci aiutano a individuare la giusta strada da percorrere, le insidie da scansare. Il Movimento 5 Stelle si rialzerà più forte”, ha dichiarato Conte su Facebook

Beppe Grillo e Giuseppe Conte hanno raggiunto un accordo sul sistema delle regole per la gestione del Movimento 5 stelle. Lo ha annunciato il reggente Vito Crimi in apertura dell’Assemblea dei parlamentari pentastellati di oggi a distanza di due settimane da una rottura che sembrava definitiva. Si voterà quindi a breve per il nuovo statuto e il nuovo presidente del M5S.

“Beppe Grillo e Giuseppe Conte hanno definito concordemente la nuova struttura di regole del MoVimento 5 Stelle. Il MoVimento si dota così di nuovi ed efficaci strumenti proiettando al 2050 i suoi valori identitari e la sua vocazione innovativa. Determinante è stato il contributo scaturito dal lavoro svolto dal comitato dei sette che Grillo e Conte ringraziano“, si legge nel comunicato letto in assemblea M5S dal reggente pentastellato.

“Una chiara e legittimata leadership del MoVimento 5 Stelle costituisce elemento essenziale di stabilità e di tenuta democratica del Paese. Grillo e Conte si sentiranno ancora nei prossimi giorni per definire insieme gli ultimi dettagli e dare avvio alle procedure di indizione delle votazioni“, si legge ancora nella nota congiunta.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio twitta: “Abbiamo sempre creduto nel dialogo e nella mediazione invece che nello scontro e nella polemica. Giuseppe Conte e Beppe Grillo hanno appena concordato di dare il via al nuovo corso del Movimento 5 Stelle. Grazie ai sei amici con cui abbiamo lavorato per raggiungere questo obiettivo”. “Finalmente il Movimento può ripartire con una leadership forte. Grazie Vito, è stata una reggenza in un periodo difficile per il paese, ma hai dato il massimo. Grazie per la solidarietà per quello che mi è successo ieri”, ha detto Di Maio durante l’assemblea M5S.

Conte: “Sono pienamente soddisfatto”

“Sono pienamente soddisfatto dell’accordo raggiunto con Beppe Grillo, con il quale in questi giorni ho avuto modo di confrontarmi direttamente più volte. Ringrazio anche i 7 componenti del comitato che hanno portato avanti questa mediazione: il loro generoso contributo è stato importante anche perché ha comportato una verifica e quindi un apprezzamento della solidità del progetto politico e dell’architettura organizzativa predisposti nei mesi scorsi attraverso un lavoro intenso e appassionato”. Lo scrive su Facebook Giuseppe Conte.

Ora ci sono tutte le condizioni – prosegue – per partire e rilanciare il Movimento 5 Stelle: piena agibilità politica del presidente del Movimento, netta distinzione tra ruoli di garanzia e ruoli di azione politica, grande entusiasmo e chiaro sostegno al progetto politico”.

È il momento di lasciarci alle spalle le ombre di questi giorni difficili. I momenti duri sono utili se ci aiutano a individuare la giusta strada da percorrere, le insidie da scansare. Il Movimento 5 Stelle si rialzerà più forte: non dobbiamo farlo solo per noi stessi e per quello in cui crediamo, ma per dare all’Italia tutta la forza delle nostre idee di riscatto e di cambiamento. Per dare sostanza alla voce di chi non è ascoltato da nessuno. Insieme. Ora”, conferma l’ex presidente del Consiglio.

Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini: "Chi paga il caffè con la carta è solo un rompipalle"
Politica / Inchiesta Open, Renzi chiede a Nordio un’indagine sui pm di Firenze. Il ministro: “Rigoroso accertamento”
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini: "Chi paga il caffè con la carta è solo un rompipalle"
Politica / Inchiesta Open, Renzi chiede a Nordio un’indagine sui pm di Firenze. Il ministro: “Rigoroso accertamento”
Politica / Armi all’Ucraina, il governo si prepara a prorogare le forniture fino a fine 2023: confermata la linea Draghi
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Politica / Decreto anti rave, il governo riscrive la norma: escluse le manifestazioni
Politica / Armi all’Ucraina, il governo ritira l’emendamento ma incassa l’ok del Pd per il decreto
Politica / Pd, Elly Schlein verso la candidatura alla segreteria: “Costruiamo una nuova strada”
Politica / Cartabianca, lite tra Orsini e Lupi in diretta tv: “Lei deve portare rispetto”
Politica / Ponte sullo stretto, Salvini: “Pericolo per gli uccelli? Non sono scemi, lo eviteranno”
Politica / Calenda vede Meloni: “Premier preparata, Fi la aiuti invece di sabotarla”. Gli azzurri: “Lui irrilevante”