Covid ultime 24h
casi +12.415
deceduti +377
tamponi +211.078
terapie intensive -17

Commissario Sanità Calabria, salta anche il nome di Agostino Miozzo

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 27 Nov. 2020 alle 12:07
155
Immagine di copertina

Sembrava finalmente trovare un epilogo l’odissea del commissario alla Sanità in Calabria e invece, anche stavolta, fumata nera. Svanisce infatti l’ipotesi di Agostino Miozzo, il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico, già braccio destro di Guido Bertolaso negli anni in cui era alla guida della Protezione civile, con una solida esperienza nelle emergenze, aveva posto tre condizioni all’esecutivo per poter essere messo in grado di lavorare. Condizioni considerate troppo vincolanti da Palazzo Chigi.

“Come vede Agostino Miozzo prossimo commissario della Sanità in Calabria? Il commissario straordinario all’emergenza, Domenico Arcuri, ospite di Agorà su Rai 3 non risponde, ma si limita a dire: “Con una battuta posso dire che in questi mesi non ho il tempo né per vedere né per sentire e vorrei non avere neanche il tempo per parlare ma soltanto per fare”.

“Mia moglie non avrebbe alcun problema a trasferirsi a Catanzaro”, aveva detto qualche giorno fa quando il suo nome aveva cominciato a circolare riferendosi al precedente rifiuto dell’ex rettore della Sapienza Eugenio Gaudio.

Tra le condizioni poste da Miozzo, dei “superpoteri” per essere in grado di agire in una Regione il cui commissariamento va avanti da dieci anni.

Leggi anche: Calabria, tutti attaccano Morra: così, però, non si parla più dell’arresto di Tallini (di G. Cavalli)“Noi abbiamo Tallini”: le intercettazioni di Ndrangheta che inguaiano il presidente del Consiglio regionale della Calabria

155
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.