Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:51
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Ma il Carroccio ha un senso solo con Salvini (di Riccardo Barenghi)

Immagine di copertina
Credit: ansa foto
Ho fatto un sogno. Ho sognato la Lega. Ma non era un incubo. Era un partito normale, quasi normale, ovviamente di destra ma non di estrema destra. Un partito che si preoccupava di governare l’Italia senza strappi eccessivi, che aveva un leader con una faccia rassicurante, un linguaggio responsabile, che polemizzava con gli avversari ma senza esagerare, che si circondava di una classe dirigente radicata nel territorio, preoccupata per la salute pubblica e per l’economia, che si considerava italiana ma anche europea, che pensava di poter vincere le elezioni scommettendo sulla ragione e non sulla demagogia, cioè sul populismo, che forse non era più tanto sovranista ma anzi si era convinta che il mondo non finiva con le Alpi e nemmeno sulle coste del Mediterraneo. E che, addirittura, gli immigrati non erano più quei diavoli da ributtare a mare ma persone che potevano anche essere utili al famoso Nord produttivo. Poi però mi sono svegliato e il sogno è svanito. Sono scomparsi i vari Giorgetti, Fedriga e Zaia, mentre su tutti gli schermi è ricomparsa la faccia di Salvini. E ho capito che i sogni sono solo desideri (Cenerentola), mentre la dura realtà ci dice che la Lega o è Salvini o non è. Perché lui sa toccare i sentimenti più primitivi di coloro che se ne fregano dell’Europa, che non amano i vaccini, che non sopportano il green pass, che odiano pagare le tasse, che “prima gli italiani” e dopo – anzi mai – gli immigrati. E che alla fine votano con la pancia e non col cervello. Per Salvini.

Continua a leggere sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui

Ti potrebbe interessare
Politica / Imbarazzo al Senato: durante un convegno del M5S sulla Pa spunta un video porno
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Ti potrebbe interessare
Politica / Imbarazzo al Senato: durante un convegno del M5S sulla Pa spunta un video porno
Politica / Quirinale, Salvini molla Berlusconi: “In arrivo una proposta della Lega per il Colle”
Politica / Scoppia la polemica nel Movimento 5 Stelle dopo le “due strade per il Quirinale” di Bettini
Politica / Quirinale, Bettini a TPI: “Conte prezioso per il Movimento 5 Stelle e per l’Italia”
Politica / Quirinale, no alle schede “segnate”: Roberto Fico complica i piani del centrodestra
Politica / Gli intellettuali italiani contro Renzi: “Scelga tra il Senato e le attività promozionali all’estero”
Politica / Addio David (di Pierluigi Bersani)
Politica / Su giornali, radio e tv si parla del Presidente della Repubblica ogni 15 minuti: lo studio (e i nomi)
Politica / Le barricate di Salvini contro il Pd: no a Mattarella bis, no a Draghi al Colle e ad accordo su Capo dello Stato
Politica / Quirinale, Letta: “Propongo un patto di legislatura con un Presidente super partes”