Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Cannabis light di nuovo fuorilegge, Fratoianni: “Ridicolo ritorno al proibizionismo. Basta crociate ideologiche”

Immagine di copertina
“Un’assurdità priva di basi scientifiche, che rischia di mandare al collasso un settore che dà lavoro ad oltre 15mila persone, la maggior parte giovani under 35. Mentre in tutto il mondo si parla di legalizzazione della cannabis e riduzione del danno, da noi si pensa a far tornare il proibizionismo. Davvero ridicoli”. Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni commenta così la notizia – anticipata in esclusiva da TPI – delle nuove regole sulla produzione votate il 12 gennaio dalla Conferenza Stato-Regioni, che rendono la cannabis light nuovamente illegale.
Il decreto approvato, al punto 4, fa sottostare «la coltivazione delle piante di Cannabis ai fini della produzione di foglie e infiorescenze o di sostanze attive a uso medicinale» al Testo Unico sugli stupefacenti, tabella 309/90, a prescindere che vi siano o meno sostanze psicoattive al di sopra dei limiti della legge sulla filiera agroindustriale della canapa del 2016. In virtù di questa interpretazione dalla data di efficacia del decreto, tutti i coltivatori e i rivenditori di infiorescenze di “cannabis light” diventeranno passibili delle sanzioni derivanti dall’apparato penale del DPR 309/90 che ne vieta la coltivazione senza un’autorizzazione da parte del Ministero della salute.
“Si cancelli immediatamente questo refuso proibizionista dal documento della conferenza Stato-Regioni e la si smetta con queste fantasiose crociate ideologiche”, prosegue il deputato. “Il Paese reale ha già dimostrato di essere molto più avanti della politica di palazzo, raccogliendo le oltre 500mila firme per il referendum in pochi giorni. Una grande dimostrazione di partecipazione e democrazia. E sono certo che lo farà ancora, questa primavera, con il proprio voto. Per dire finalmente SI alla cannabis legale”.
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Politica / Di Maio: “Se il centrodestra propone un nome divisivo si spacca la maggioranza”
Politica / Chi è Guido Crosetto, il candidato votato da Fratelli d’Italia per il Quirinale
Ti potrebbe interessare
Politica / Quirinale, Letta avvisa: “Candidare la Casellati è il modo più diretto per far saltare tutto”
Politica / Di Maio: “Se il centrodestra propone un nome divisivo si spacca la maggioranza”
Politica / Chi è Guido Crosetto, il candidato votato da Fratelli d’Italia per il Quirinale
Politica / Renzi: “Il Senato in cambio dei voti alla Casellati? Non faccio scambi. Casini e Draghi restano le scelte migliori”
Politica / La deputata no vax Sara Cunial denuncia Roberto Fico: “Mi impediscono di votare per il Capo dello Stato”
Politica / Salvini spinge la candidatura di Casellati: “Se uno la chiama penso sia a disposizione”
Politica / Quirinale, Salvini: “Casellati non ha bisogno di essere candidata”
Politica / Quirinale, Letta al centrodestra: “Chiudiamoci in una stanza a pane e acqua per trovare una soluzione”
Politica / Quirinale, nuova fumata nera: Mattarella il più votato, a Crosetto i voti di Fdi e non solo. Letta avvisa: "Con Casellati salta tutto"
Politica / RETROSCENA TPI – Renzi pronto a far eleggere Casellati in cambio della Presidenza del Senato