Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:51
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

“Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione”

Immagine di copertina

“Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione”

Un politico di lungo corso che conosce come pochissimi le vicende del Campidoglio, a proposito della sfida a sindaco di Roma ci ha detto: “Sarà una gara tra perdenti. Vincerà chi perde di meno”. Probabilmente ha ragione. Ora poi ci si mette pure Carlo Calenda, con una delle sue “uscite”: “Tra le prime cose da fare a Roma c’e’ un piano di pulizia straordinaria, partendo da 5 mila nuovi spazzini presi tra coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza. Il termovalorizzatore dell’Acea. La revisione generale della metropolitana. E soprattutto vorrei subito Guido Bertolaso commissario straordinario e vicesindaco al decoro urbano. L’ho detto che chiamo soltanto i migliori”.

Carlo Calenda vuole Guido Bertolaso come vicesindaco di Roma. Il candidato sindaco di Azione – di centrosinistra – intende chiamare l’ex capo della Protezione civile in Campidoglio. L’uomo che inizialmente Matteo Salvini e Silvio Berlusconi volevano candidare nella Capitale come successore di Virginia Raggi e che poi è stato sostituito da Enrico Michetti, candidato civico, voluto da Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia. La domanda a questo punto sorge spontanea: sono solo parole “dal sen fuggite” quelle di Calenda oppure c’è dell’altro?

Torniamo al nostro informatissimo interlocutore di prima che, sia detto per inciso, è personalità illustre del centrodestra capitolino ma che per ovvi motivi chiede l’anonimato: “Se Calenda vuole Bertolaso significa che Forza Italia sta mollando Michetti“. O che magari, come si suol dire, si sta guardando attorno. Da notare che l’intervista di Calenda è stata rilasciata a “Chi“, settimanale rosa di casa Mondadori (cioè Berlusconi). Chiaro il concetto ora? Anche tra la cerchia ristretta di Gualtieri c’è la stessa convinzione. Insomma, da qui al 3 ottobre ne vedremo ancora delle belle. Il finale non è già stato scritto.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare
Politica / Ischia, polemiche sul decreto del 2018. Conte: “Sbloccammo una situazione ingestibile“. Renzi: “Fu un condono”
Politica / De Petris a TPI: “Il Pd non può più essere il primo partito del centrosinistra”
Cronaca / Il Black Friday di Giorgia: la premier fa shopping in una boutique del centro e si ferma a fare i selfie
Ti potrebbe interessare
Politica / Ischia, polemiche sul decreto del 2018. Conte: “Sbloccammo una situazione ingestibile“. Renzi: “Fu un condono”
Politica / De Petris a TPI: “Il Pd non può più essere il primo partito del centrosinistra”
Cronaca / Il Black Friday di Giorgia: la premier fa shopping in una boutique del centro e si ferma a fare i selfie
Opinioni / Con questa classe dirigente il Pd non ha futuro (di L. Pacini)
Politica / Piccolotti a TPI: “Se il Pd rompe ancora, gli elettori lo puniranno di nuovo”
Cronaca / Tragedia Ischia, il governo si contraddice: Salvini annuncia 8 vittime, Piantedosi e il prefetto lo smentiscono
Politica / Soumahoro, Fratoianni: “Ombre su Aboubakar da chiarire, ma non mi pento”
Politica / Renzi: “Noi con la maggioranza? Io come Jep Gambardella sono quello che i governi li fa fallire”
Cronaca / Caso Soumahoro, l’operatrice della coop dei familiari: “Senza stipendio da quasi due anni, aspetto 20 mila euro”
Politica / Calenda: “Meloni ci ascolta perché è matura, il Pd no. Siamo noi il centro riformista”