Ballottaggi elezioni comunali 2019 Ascoli | Candidati | Come si vota

Di Donato De Sena
Pubblicato il 8 Giu. 2019 alle 08:07 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:12
0
Immagine di copertina

Ballottaggio Ascoli 2019 | Ascoli Ballottaggio elezioni comunali 2019 | Candidati

Ballottaggio Ascoli 2019 | Domenica 9 giugno si vota per il secondo turno delle Elezioni Amministrative 2019 anche ad Ascoli Piceno, capoluogo di provincia marchigiano da quasi 50mila abitanti. Gli elettori sono chiamati a scegliere al ballottaggio il proprio sindaco tra due candidati di centrodestra, Marco Fioravanti, appoggiato da ben dieci liste, comprese quelle di Lega e Fratelli d’Italia, e Piero Celani, appoggiato invece da sei liste civiche.

Al primo turno di domenica 26 maggio Fioravanti che al primo turno di domenica 26 maggio ha conquistato il 37,4 per cento dei consensi, mentre Celani si è fermato al 21,4 per cento dei voti. (qui i risultati del primo turno)

> Qui tutti i comuni al ballottaggio

Ballottaggio Ascoli | I candidati

Marco Fioravanti, favorito per il successo per l’ampio margine sugli avversari ottenuto al primo turno, è appoggiato da un’ampia coalizione di dieci liste di centrodestra che comprende anche partiti. Questi i simboli: Per Ascoli, Noi di Ascoli, Insieme per Ascoli, Fratelli d’Italia, Lega, Forza Ascoli, Scelta Responsabile, Cittadini in Comune, Servire Ascoli, Noi Siamo Ascoli.

Piero Celani invece, attuale consigliere regionale delle Marche, già sindaco di Ascoli dal 1999 al 2009 e presidente della provincia dal 2009 al 2014, è appoggiato da sei liste civiche: Forza Popolare, Pensiero Popolare Piceno, Ascoli nel Futuro, Movimento Ascolano, Ascoli per Ascoli, Cerani Sindaco.

Ballottaggio Ascoli | Com’è andato il primo turno del 26 maggio

Questi sono i risultati del primo turno del 26 maggio:

Marco Fioravanti (centrodestra): 37,4 per cento

Piero Celani (liste civiche): 21,4 per cento

Pietro Frenquellucci (centrosinistra): 14,3 per cento

Massimo Tamburri (Movimento 5 Stelle): 12,9 per cento

Emidio Nardini (Ascoli e Partecipazione): 9,9 per cento

Giorgio Ferretti (Casapound): 2,6 per cento

Alberto Di Mattia (Fuori dal Tunnel): 1,5 per cento

Al primo turno di due settimane fa l’affluenza alle urne è stata del 70,3 per cento. Anche in quel caso si votava in una sola giornata.

Ascoli elezioni comunali 2019 | Come si vota | La scheda elettorale | Gli orari

La legge elettorale per le Elezioni Amministrative prevede un secondo turno di voto, se nessuno dei candidati alla carica di sindaco ottiene la maggioranza assoluta dei voti (50 per cento dei consensi) al primo turno.

Quando nessun aspirante primo cittadino raggiunge la metà delle preferenze si tiene, dopo due settimane, un ballottaggio tra i due che hanno ottenuto un maggior numero di voti.

La scheda elettorale per il ballottaggio comprende il nome e il cognome dei candidati a sindaco, scritti in un apposito rettangolo, sotto il quale sono riprodotti i simboli delle liste collegate. Il voto si esprime tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto.

Dopo il secondo turno è proclamato eletto sindaco il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti validi. Lo spoglio delle schede è previsto alla chiusura dei seggi. I risultati definitivi delle Elezioni Comunali quindi, ad Ascoli Piceno e negli altri comuni, dovrebbero arrivare nella notte.

Rispetto al primo turno non cambiano gli orari. Si vota dalle ore 7 alle 23.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.