Coronavirus:
positivi 88.274
deceduti 15.362
guariti 20.996

“Per combattere l’anoressia serve il Tso”: la frase shock di Fratelli d’Italia dopo il caso del 20enne morto

La parlamentare Alberta Montaruli ha commentato il caso di Lorenzo Seminatore, il giovane torinese morto di anoressia nelle settimane scorse

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 17 Feb. 2020 alle 19:34 Aggiornato il 17 Feb. 2020 alle 19:42
59
Immagine di copertina

“Per combattere l’anoressia serve il Tso”: la frase di Fratelli d’Italia

“Per combattere l’anoressia serve il Tso”: lo ha detto la parlamentare di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli, dopo il caso di Lorenzo Seminatore, il giovane torinese morto nelle settimane scorse a causa dell’anoressia.

“Bene la proposta Rizzotti che giace in Senato, ma finché i ragazzi potranno firmare per andarsene il problema non si risolve. Per questo alla Camera domani presentiamo un testo con un solo articolo: si applichi a bulimia e anoressia il trattamento sanitario obbligatorio. In Italia infatti la normativa è controversa e ci collochiamo all’ultimo posto per l’applicazione che avviene solo quando è ormai irrecuperabile”, afferma Montaruli.

“Le malattie dell’alimentazione possono essere sconfitte anche rendendo obbligatoria l’alimentazione stessa. Siamo davanti ad un sistema che non riesce a tutelare adeguatamente le giovani generazioni”.

E dalla Regione Piemonte è anche il capogruppo di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone a prendere posizione: “L’anoressia va combattuta con tutti i mezzi. Servono un’azione di potenziamento delle strutture e un’informazione capillare nelle scuole, al fine di divulgare la conoscenza della patologia, e delle sue possibili cure, tra genitori e adolescenti. Se il Piemonte è carente noi interverremo”.

Lorenzo ha perso la vita lo scorso 4 febbraio, quando suo fratello lo ha trovato morto nel letto. A ucciderlo è stata l’anoressia, di cui si è ammalato quando aveva 14 anni e frequentava il liceo scientifico.

“Ha cominciato a mangiare sempre meno. È stato il campanello d’allarme”, hanno raccontato i genitori.

“Mamma stai tranquilla, sono magro ma sono in forze”, diceva il ragazzo alla madre. Ma non è sopravvissuto. Lorenzo aveva solo 20 anni ed era il primo di tre figli.

Leggi anche:

Lorenzo è morto a 20 anni di anoressia. I genitori: “Noi lasciati soli, parcheggiati negli ospedali”

Come mi sono ridotta a pesare 37 chili, divorata dall’anoressia

Imparare a distinguere l’anoressia dalla bulimia

59
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.