Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

“Non sarai troppo magra?”. La lite tra Masini e Elodie che nessuno ha raccontato

Immagine di copertina
Elodie e Marco Masini. Credit: Instagram

La chicca è di quelle sfiziose assai, e viene dal backstage dell’ultimo Festival di Sanremo targato Amadeus, che è come la crostata di mammà: non smette mai di regalare gioie. Prima il crash tra Fiorello e Tiziano Ferro; poi Morgan contro Bugo.

Si chiude in bellezza con una grana etero (quella che mancava) che “TPI” scodella con un minimo di colpevole ritardo. Protagonisti di uno scazzo epico fra corridoi e camerini del minuscolo Teatro Ariston, nel bel mezzo delle cinque serate, di fronte a un drappello di addetti ai lavori, sono stati la bella Elodie e Marco Masini.

Che cosa ha fatto scattare la scintilla? Una frase del 55enne cantautore fiorentino, il quale, incrociata la grintosa 29enne romana uscita da “Amici”, l’ha approcciata con un forse incauto: “Oh, ciao: ma quant’è che non mangi?“. Pare che il saluto fosse una sorta di complimento, magari non formulato nel modo migliore. Della serie: sei bella, hai un fisico da urlo, chissà quanto devi stare a dieta per apparire così. Una cosa ruspante, insomma. Ma a fin di bene.

Elodie però non ha affatto gradito, e – complice forse la tensione per l’imminente e cruciale esibizione con “Andromeda” – è partita con un epico cazziatone all’indirizzo del toscano della nostra canzone leggera, che in pochi minuti, come in una seduta spiritica, ha avuto la sensazione di sentire evocare idealmente tutti i “Vaffanculo” rimasti nell’aria grazie al suo celebre pezzo del 1993. E ovviamente è rimasto pietrificato.

Elodie se l’è presa, in particolare, perché ravvisava nel saluto masiniano possibili allusioni a problematiche alimentari. E non è riuscita a trattenere una reazione forte. I presenti riferiscono anche che dopo aver cantato Elodie sia andata da Marco Masini a scusarsi per avere ecceduto. E ciò le fa sicuramente onore.

È il degno finale del Sanremo di “un passo indietro”, quello del politicamente corretto senza soluzione di continuità. Quello che convincerà il povero Amedeo Sebastiani (in caso di un Amadeus Bis) a farsi vistare i testi da un team di avvocati prima di presentare qualsiasi donna dovesse apparire in futuro al suo fianco.

Sanremo: Bugo abbandona, stop a esibizione Morgan | VIDEO

Leggi anche:

Fiorello, l’amico permaloso che si porta via il pallone (di Selvaggia Lucarelli)

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il Green Pass non è un dogma: ecco perché se ne può discutere senza essere no vax
Opinioni / Un patto con voi lettori (di Giulio Gambino)
Opinioni / In Italia non ci sono statue dedicate alle donne: è arrivato il momento di Ri-scrivere la storia
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il Green Pass non è un dogma: ecco perché se ne può discutere senza essere no vax
Opinioni / Un patto con voi lettori (di Giulio Gambino)
Opinioni / In Italia non ci sono statue dedicate alle donne: è arrivato il momento di Ri-scrivere la storia
Opinioni / Dopo gli auguri a Dell'Utri il Corriere pubblichi anche la sua sentenza di condanna per mafia (di A. Di Battista)
Opinioni / Zaki a processo, ma in Italia né il parlamento né il governo hanno lavorato per concedergli la cittadinanza
Opinioni / Perché facciamo un nuovo settimanale (di Giulio Gambino)
Opinioni / In Italia aumentano le bollette, in Spagna si tolgono gli sgravi alle compagnie energetiche: caro Cingolani, nota la differenza
Opinioni / 11 settembre, dove siamo ora? Gli uomini che cadono dal cielo di Kabul ci hanno fatto tornare al punto di partenza
Opinioni / Pio e Amedeo hanno subito un tentativo di censura dalla Rai, ma ieri se ne sono dimenticati (di S. Lucarelli)
Opinioni / Il capolavoro politico di Salvini: sul Green Pass non ha toccato palla ed è riuscito a scontentare tutti