Bibbiano: dove Salvini ha strumentalizzato i bambini, il PD è rimasto troppo zitto e il M5S ha perso la sua credibilità

A Bibbiano ci sono tutti, ma proprio tutti: la strumentalizzazione becera della politica passa da lì

Di Giulio Cavalli
Pubblicato il 23 Gen. 2020 alle 19:05 Aggiornato il 23 Gen. 2020 alle 19:18
481
Immagine di copertina

Bibbiano, la resa dei conti. Dove ogni parte politica è riuscita a fare speculazione

E quindi ci siamo, tutti a Bibbiano, ma proprio tutti. Quelli che hanno cavalcato un’inchiesta della magistratura per farne un caso politico e anche quelli che criticano gli altri per avere strumentalizzato.

Sullo sfondo rimangono i bambini e le famiglia, molto appannati e usati solo come armi per la rissa politica, con tutti i loro dolori che sono stati sventolati in modo indegno da un parte e non sono stati abbastanza difesi dall’altra.

Bibbiano è la maglietta della candidata Borgonzoni che si è fatta notare in Parlamento per avere twittato una provocazione senza nemmeno bisogno di Twitter, direttamente dai banchi della Camera, Bibbiano è Salvini che prende in braccio una bambina di Bibbiano che non lo era e che consiglia ai suoi di “usare Bibbiano come una clava”.

Bibbiano è il Partito Democratico che ha balbettato per tutti questi mesi come se le intercettazioni nelle carte dell’indagine non svelino già qualcosa che meriterebbe almeno un po’ di sdegno, Bibbiano sono le sardine che ci invitano a non speculare su Bibbiano e vanno a Bibbiano per dirci che non bisogna speculare (prima di tuffarsi al Papeete), Bibbiano risuona ancora nelle parole di Luigi Di Maio che parlò del PD come “partito di Bibbiano” e fece riferimento a “bambini venduti” e a elettroshock prima di allearsi con il PD.

Se c’è una vicenda che è il buco nero della pessima politica di questi ultimi mesi è sicuramente l’indagine di Bibbiano: la destra l’ha cavalcata indegnamente infilando la politica in mezzo al dolore, la sinistra ha preferito fingere che il caso non esistesse e un bel pezzo di informazione si è dimenticata di raccontare i fatti, di entrare nel merito, di fare il proprio mestiere.

Ma se volete la prova più evidente della propaganda su Bibbiano vi basta fare un gioco: posto che la vicenda sia dolorosa e grave (in attesa che si pronunci la magistratura), quale sono le soluzioni proposte? Al di là dei meme su internet, delle magliette e delle accuse cosa propongono Salvini e Meloni per evitare che il caso si ripeta? Quali sono le modifiche di legge proposte? Perché loro dovrebbero essere garanti del fatto che non ricapiti più?

Si tratta solo di fiducia personale sulla capacità di controllo dei due leader? Davvero? Salvini è lo stesso che non si è accorto della sparizione di 49 milioni di euro dai suoi cassetti e Meloni è la stessa a cui è scappato qualche assessore regionale che faceva accordi con la ‘ndrangheta.

La politica seria porterebbe Bibbiano nelle commissioni parlamentari e in Parlamento. Non si tufferebbe a Bibbiano.

Leggi anche:

Caso Bibbiano, la realtà oltre la propaganda. Cosa è emerso davvero dall’inchiesta: ricostruzione

Mattia Santori a TPI: “Sardine a Bibbiano? Andremo li perché i cittadini ci hanno chiamato”

Sardine, party a Bibbiano e bagno al Papeete: così il movimento vuole ridicolizzare Salvini

Volevate parlare di Bibbiano, speculando sul nulla. Ora fateci un piacere: state zitti (di G. Cavalli)

481
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.