Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

“Mi chiamano Cacca per il colore della mia pelle”: come il razzismo fa soffrire anche i bambini | VIDEO

Video Facebook Rosario Amato

In un video pubblicato su Facebook si vede una bambina che racconta al suo papà il soprannome che le hanno affibbiato a scuola. La chiamano “Cacca”, per via del colore della sua pelle.
L’unica persona che la bambina riconosce come amico a scuola è un certo Antonio, un suo coetano che anziché chiamarla “cacca”, la chiama “bella”. E quindi per la bambina Antonio è il suo unico amico, perché è l’unico che non la discrimina. Questo video mostra quanto possa fare male il razzismo, soprattutto nei bambini.
Nel profilo dell’utente che ha condiviso il filmato si legge:
“Ho voluto , anzi mi sono permesso di pubblicarlo , con il consenso della nostra cara amica A……, alla quale va tutta la mia amicizia e stima, a lei e alla sua famiglia… perchè questo non deve più accadere , non possiamo accettarlo… i bambini sono bambini .. sono tutti uguali … non è colpa loro ma di chi li educa e di chi si permette di far passare messaggi incivili e razzisti… come questo … prego tutti i miei amici e non, di visionare questo video … molto toccante .. prendiamo esempio tutti dal papà della piccola.. al quale va tutta la nostra solidarietà e stima”.

Quando i neri erano i meridionali: “Ci facevate schifo, poi è successo il miracolo, sono arrivati i negri”

“I negri sono riusciti a fare quello che Cavour non era riuscito a fare: han fatto gli italiani”. Fa riflettere il video di This is racism, in cui un veneto racconta “lo schifo” che facevano i meridionali che arrivavano “al nord”, fino a qualche anno fa.

Tutti delinquenti, sporchi e sfaticati: erano considerati così i vari Russo, Esposito, Giangi, che emigravano in Veneto e nelle altre regioni del settentrione. Ma gli insulti, il disgusto e il disprezzo subito fino a pochi anni fa sono stati presto dimenticati, e il terrone ha iniziato ad avere lo stesso atteggiamento nei confronti di coloro che arrivano dall’Africa. Non solo. Ha votato Salvini.

Il bellissimo video di This is racism, interpretato da Andrea Pennacchi.

Tutti gli episodi di violenza razzista nell’ultimo mese in Italia

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini nega che ci sia un’escalation di razzismo, ma dalla sola metà di giugno si sono registrate 7 diverse aggressioni. Qui un nostro articolo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Kamala Harris ai migranti: “Non venite negli Stati Uniti, sarete rispediti indietro”
Migranti / La Danimarca approva una legge per ricollocare i richiedenti asilo fuori dall’Europa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Kamala Harris ai migranti: “Non venite negli Stati Uniti, sarete rispediti indietro”
Migranti / La Danimarca approva una legge per ricollocare i richiedenti asilo fuori dall’Europa
Migranti / 40mila migranti respinti illegalmente dai Paesi europei (Italia inclusa): 2mila morti. L'inchiesta del Guardian
Migranti / Naufragio al largo della Libia, Mezzaluna Rossa: "50 morti"
Migranti / Migranti: naufragio al largo della Libia, 11 corpi recuperati
Migranti / Senza gli immigrati l’economia italiana crollerebbe: ogni anno producono il 9% del Pil. Il rapporto della fondazione Leone Moressa
Migranti / Barcone con 56 persone a bordo si capovolge a largo della Libia, l’allarme di Unhcr
Migranti / Migranti, nessuna invasione: il rapporto che smentisce le fake news su chi arriva in Italia
Migranti / Ocean Viking, i 182 migranti sbarcheranno a Messina