Salvini faccia a faccia con Mahmood al Maurizio Costanzo Show

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 23 Mar. 2019 alle 13:38 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:15
0
Immagine di copertina
Mahmood, vincitore del Festival di Sanremo 2019, e il vicepremier Matteo Salvini

Un faccia a faccia ad alta tensione attende i telespettatori del Maurizio Costanzo Show. Lo storico talk show di Canale 5 mette uno di fronte all’altro il vicepremier Matteo Salvini e il cantante Mahmood, la cui vittoria all’ultima edizione del Festival di Sanremo è stata criticata dal leader della Lega.

A riferirlo in anteprima è il sito web Dagospia, secondo cui Salvini e Mahmood [chi è] saranno insieme sul palco del teatro Parioli il 26 marzo per la registrazione della puntata che andrà in onda nella serata del 28.

La sera in cui il cantante trionfò a Sanremo il vicepremier ha scritto sul suo profilo Twitter che avrebbe preferito una vittoria di Ultimo: “Mahmood…mah…La canzone italiana più bella?!? Io avrei scelto Ultimo, voi che dite??”

Il post ha scatenato diverse polemiche: Salvini è stato accusato di razzismo nei confronti dell’artista, nato a Milano da madre italiana e padre egiziano.

“Sono italiano, nato e cresciuto a Milano. Italiano al 100 per cento. Le polemiche sui migranti legate al Festival non mi toccano da vicino”, ha commentato Mahmood, che nei giorni successivi ha rivelato di aver ricevuto un messaggio dal leader leghista.

“Mi ha scritto: ‘Complimenti per la sua vittoria, nonostante il brano non rientri nei miei gusti musicali, le auguro, ecc.’”, ha raccontato il cantante, che ha detto di aver risposto, con toni pacati, “Grazie mille, avevo già pensato che non ci fosse un doppio significato nel suo giudizio, ma che fosse solo un giudizio di gusto, buona serata”.

Nello scontro a distanza tra Salvini e Mahmood era entrata, indirettamente, anche la ex fidanzata del vicepremier, la conduttrice tv Elisa Isoardi, che poco dopo il tweet polemico dell’ex compagno aveva scritto, sempre su Twitter: “Mahmood ha appena vinto il festival di Sanremo. La dimostrazione che l’incontro di culture differenti genera bellezza”. Un messaggio che secondo alcuni era da intendersi come una frecciata contro l’ex ministro.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.