Chi è Povia: carriera, vita privata e curiosità sul cantautore italiano autore del brano “I bambini fanno ooh”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 22 Mar. 2019 alle 16:54 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:17
0
Immagine di copertina

POVIA CHI È – Il suo nome è Giuseppe Povia ma al pubblico è noto semplicemente come Povia. Giuseppe è un cantante  e un blogger che nel 2006 ha vinto il Festival di Sanremo con il brano Vorrei avere il becco. A renderlo noto al pubblico anche alcune sue posizioni su temi sociali e politici: Povia infatti si è spesso dichiarato euroscettico, sovranista e vicino al Popolo della Famiglia. Motivo per cui il cantante è stato chiamato a rappresentare la categoria Family Day nella seconda puntata di Ciao Darwin, in onda venerdì 22 marzo 2019, la quale si scontra con il fronte opposto del Gay Pride capitanato da Vladimir Luxuria.

Ripercorriamo le principali tappe della sua vita e della sua carriera e scopriamo qualche curiosità su di lui.

Povia chi è | Carriera

Classe 1972, Povia nasce a Milano il 19 novembre da una famiglia originaria dell’Isola d’Elba.

Fin da piccolo la musica è la sua passione, motivo per cui impara, da autodidatta, a suonare la chitarra: il suo insegnate è infatti stato un manuale comprato in edicola e intitolato “Come imparare la chitarra in 24 ore” . In adolescenza, all’età di 14 anni, comincia a scrivere dei testi suoi e, più tardi, verso i 17, a comporre le sue prime canzoni. In seguito inizia a studiare musica a livello professionale, pagando i corsi lavorando come cameriere prima a Milano e poi a Roma e Bergamo.

È il 1999 quando giunge all’Accademia di Sanremo ma, nonostante sia arrivato in finale, viene eliminato per eccesso di ironia ed esuberanza; quell’esperienza dà però i suoi frutti, dal momento che proprio all’Accademia fa la conoscenza del produttore Giancarlo Bigazzi, uno dei più noti autori italiani. Bigazzi decide di dargli fiducia e, con la collaborazione anche di Angelo Carrara (il talent-scout che lanciò Franco Battiato, Alice o Luciano Ligabue), mette in produzione il suo primo disco singolo intitolato “È vero”, al quale seguiranno anche i singoli Zanzare e Intanto tu non mi cambi.

I suoi brani, come la sua musica, però, non decollano, ma Povia riesce comunque ad attirare su di sé l’attenzione di pubblico e critica vincendo la quattordicesima edizione del Premio Recanati con il brano Mia sorella, nel quale affronta il delicato tema della bulimia. È proprio in questa occasione che lancia un pezzo che resterà famoso: I bambini fanno ooh.

Tale brano spinge Paolo Bonolis a richiedere la partecipazione del cantante al Festival di Sanremo, ma il cantautore ha già eseguito in pubblico la canzone e quindi può solo partecipare come ospite. Anche se non gareggia nella kermesse artistica, il brano ottiene molto successo e viene scelto come colonna sonora per la campagna di solidarietà a favore dei bambini del Darfur Avamposto 55.

Tale successo si trasforma, nel giro di poco tempo, in primo posto in classifica nella hit parade italiana – dove I bambini fanno ooh rimane per 20 settimane – e in sette dischi di platino vinti.

Il brano, tradotto anche in altre lingue, diverrà il leit-motiv spot pubblicitari per campagne di sensibilizzazione riguardanti l’infanzia e contro lo sfruttamenti e abusi.

Arriva il marzo 2005 e Povia pubblica il suo primo album: si intitola “Evviva i pazzi… che hanno capito cos’è l’amore” e lo porta a vincere il disco d’oro, mentre l’anno successivo, il 2006, è quello in cui l’artista partecipa al Festival di Sanremo 2006, presentando il brano Vorrei avere il becco e vincendo quell’edizione.

Nel 2008 vuole tornare a Sanremo e si presenta con Uniti, brano scritto insieme a Francesco Baccini, ma la canzone viene bocciata dalla commissione selezionatrice. Povia non la prende bene e decide di avviare un blog su MySpace sul quale fa partire una dura polemica contro il festival di Pippo Baudo, definito come “tornacontocratico”. Per tale ragione programma, sempre con Baccini, una contromanifestazione musicale: l’Independent Music Day.

Dopo Sanremo Povia fa uscire un nuovo disco “Centravanti di mestiere”, mentre nel 2010 il cantante fa parlare nuovamente di sé per aver presentato a Sanremo la canzone La verità (Eluana) dove affronta il delicatissimo caso di eutanasia di Eluana Englaro.

Povia chi è | Posizioni politiche

Povia è noto anche per le sue posizioni su alcuni temi politici e sociali che lo vedono vicino alla destra e al Popolo della Famiglia. Nel maggio del 2007 infatti il cantautore – nonostante non sia sposato ma convivente – partecipa al Family Day in piazza di Porta San Giovanni a Roma.

Il cantautore ha spesso esposto pubblicamente posizioni di destra, euroscettiche e sovraniste e ha spesso dichiarato di simpatizzare per Berlusconi, Salvini, Riscossa Italia e il Popolo della Famiglia, mentre ha spesso criticato il Partito Democratico.

Quando nel 2009 presenta sul palco dell’Ariston la canzone Luca era gay, scoppiano diverse polemiche: a protestare è stato soprattutto l’Arcigay, poiché nel brano il cantautore racconta di un uomo che lascia l’omosessualità per diventare eterosessuale, esperienza che Povia dirà per altro di aver vissuto in prima persona.

Povia chi è | Vita privata

Povia è sposato dal 2007 con Teresa Gioli, dalla quale ha avuto due figlie, Emma, nata nel 2005, e Amelia, nel 2007. Vive da molti anni a Firenze ed è un dichiarato tifoso dell’Inter.

Tempo fa il cantante ha ammesso di aver avuto problemi di alcolismo e tossicodipendenza, avendo fatto uso di cocaina dai 18 ai 28 anni.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.