Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

Trovato il relitto più antico del mondo: è una nave greca di 2400 anni perfettamente conservata

Immagine di copertina
Foto Black Sea Map/EEP Expeditions

Un ritrovamento che può riscrivere la storia. Le analisi la datano intorno al 400 avanti Cristo

Sul fondo del Mar Nero, a circa 80 km dalle coste della Bulgaria e a 2mila metri di profondità, è stato scoperto quello sembra essere il più antico relitto di un naufragio: una nave mercantile lunga circa 25 metri, di origine greca, risalente a 2.400 anni fa.

Inoltre, a rendere la scoperta ancora più entusiasmante c’è il fatto che è il relitto è stata ritrovato in ottimo stato di conservazione.

La nave più antica del mondo è stata scovata dagli studiosi del Progetto di Archeologia marittima del Mar Nero (Map) dell’università di Southampton. Si tratta di un gruppo di ricerca che ha perlustrato quella zona del fondale marino per circa tre anni, trovando sino a oggi  60 imbarcazioni.

Tra i relitti scoperti nel ‘cimitero delle navi’ ci sono anche una flotta di cosacchi del XVII secolo, navi mercantili romane e navi dei periodi ottomano e bizantino. La nave greca, quindi, rappresenta il culmine del loro lavoro.

Riscrivere la storia

Siren Vase – British Museum

“Questo rinvenimento cambierà la nostra conoscenza sulla costruzione navale e sulla navigazione nel mondo antico”, ha detto il ricercatore Jon Adams al Guardian.

Quella ritrovata è infatti una nave la cui struttura era nota solo perché rappresentata nei disegni di antiche ceramiche greche, come il vaso delle Sirene che è conservato al British Museum.

L’ambiente marino perfetto

L’eccellente stato di conservazione del reperto – hanno spiegato i ricercatori – è dovuto al fatto che, alla profondità in cui giace, l’acqua del Mar Nero è anossica, ovvero quasi priva di ossigeno.

In realtà i ricercatori avevano localizzato il relitto già in passato. Solo ora però sono riusciti a datarlo.

Per risalire alla data gli studiosi hanno portato in superficie un piccolo pezzo di legno, quindi lo hanno sottoposto a una studio condotto con il metodo del carbonio-14.

I risultati hanno collocato la nave mercantile intorno al 400 avanti Cristo.

Sino a oggi il relitto navale più antico mai rinvenuto era un vascello di circa 400 anni fa trovato nelle acque del Portogallo.

Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Gossip / Massimo Boldi è di nuovo innamorato, lei ha 34 anni di meno: “Mi sfugge, si ritrae”
Gossip / Amedeo Goria e la fidanzata Vera Miales: “Facciamo l’amore 5 volte al giorno”
Gossip / La compagna del virologo Pregliasco: “Totalmente contraria al fatto che vada in tv, gli dico che è un pirla”
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Gossip / “Me sto a sentì male”, la reazione della fidanzata di Damiano per la vittoria all’Eurovision