Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Gossip

Mika: “Gay a 13 anni, quel giorno in bagno in cui capii tutto”

Immagine di copertina

Mika: “Gay a 13 anni, quel giorno in bagno in cui capii tutto”

Mika a 13 anni aveva già capito di essere gay. Non è facile, nel mondo in cui viviamo, rivelare la propria omosessualità. Non è facile nemmeno ammetterlo a se stessi. La pop star libanese-britannica a 13 era già consapevole di chi era. E un giorno, chiuso in bagno, decise chi sarebbe diventato.

Mika ne ha parlato in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera in vista del lancio del suo nuovo album Il mio nome è Michael Holbrook, in uscita il 4 ottobre.

“Ricordo ancora il momento chiave. Avevo 13 anni. Ero in bagno, ormai consapevole della mia omosessualità”, racconta. “Era un gigante, un mostro chiuso nel mio armadio. Mi sono chiesto come avrei fatto a essere me stesso, a cercare quello che mi attrae nella vita, senza finire male. Mi sono guardato allo specchio e mi sono detto: o riesco a diventare uno di enorme successo o sono morto”.

“Da quel giorno”, dice Mika, “ho cominciato a combattere tenacemente per diventare un artista importante. Duro, perfino maniacale anche con me stesso, per conquistare un successo che per me significava libertà, salvezza. Così oggi posso parlarti di quel giorno in bagno e dei miei mostri nell’armadio senza vergogna”.

“Quando ero vittima dei bulli resistevo grazie a un pensiero fisso: un giorno questi che adesso mi perseguitano verranno ad applaudirmi ai concerti. Beh, è successo”, sorride.

Mika racconta di aver vissuto negli ultimi anni una fase “di crisi di creatività”. Con Il mio nome è Michael Holbrook, confessa, “sono andato a cercare ispirazione nei miei anni giovanili. Tornando a immergermi nelle gioie ma anche negli incubi di un’ infanzia comunque difficile. Lo scontro coi professori, l’espulsione da una scuola di Londra, il bullismo. La spinta al successo, la ricerca della perfezione è cominciata qui”.

“Mi è piaciuto fare televisione, mi ha dato molto”, dice Mika. “Ma la tv è anche una gabbia: regole, complessità, vincoli organizzativi che uccidono la creatività. Per questo ho deciso di bruciare la mia identità televisiva. E per cambiare, per ritrovare me stesso, non potevo che tornare indietro: riscoprire la mia famiglia, i profumi, le emozioni e anche gli incubi della mia adolescenza”.

Mika: “Mia sorella è caduta dal quarto piano ed è stata infilzata da una cancellata, mio padre è stato rapito”
Ti potrebbe interessare
Gossip / Chiara Ferragni e Fedez: ecco cosa avrebbe messo la parola “fine” alla relazione
Gossip / Chiara Ferragni rompe il silenzio: domenica 3 marzo andrà in tv da Fabio Fazio
Gossip / Lo sfogo di Chiara Ferragni: “Sono piena di tutte le sfighe di questo periodo”
Ti potrebbe interessare
Gossip / Chiara Ferragni e Fedez: ecco cosa avrebbe messo la parola “fine” alla relazione
Gossip / Chiara Ferragni rompe il silenzio: domenica 3 marzo andrà in tv da Fabio Fazio
Gossip / Lo sfogo di Chiara Ferragni: “Sono piena di tutte le sfighe di questo periodo”
Gossip / “È finita tra Chiara Ferragni e Fedez, lui se n’è andato di casa”: la clamorosa indiscrezione
Gossip / Chiara Ferragni, foto senza fede: è rottura con Fedez?
Gossip / Fabrizio Corona: “Ilary Blasi mi ha telefonato e si è scusata, sui tradimenti di Totti mi ha dato ragione”
Gossip / L’annuncio di Matteo Berrettini: “Io e Melissa non stiamo più insieme”
Gossip / Meghan e la telefonata a Kate: “Vuole fare pace con i reali”
Gossip / Totti replica a Ilary Blasi: "Lei è più ricca di me"
Gossip / Nuove accuse di Ilary Blasi a Francesco Totti: “Spende più soldi al casinò che per i figli”