Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

A ogni cicatrice la sua storia, le foto per non provare più vergogna

Il progetto fotografico della britannica Sophie Mayanne per donare nuova dignità ai segni delle cicatrici

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 13 Gen. 2018 alle 16:32 Aggiornato il 13 Gen. 2018 alle 16:39
434

Portare il segno di una cicatrice sul proprio corpo non è compito che tutti affrontano facilmente.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Di frequente le cicatrici sono state associate a qualcosa di deforme, di pericoloso, o addirittura di criminale. Qualcosa di cui vergognarsi.

Non a caso, nella cultura popolare è diffusa l’associazione tra “cattivi”e cicatrici.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

D’altro canto la nostra società invoglia le persone a nascondere quei segni, anche ricorrendo alla chirurgia plastica e ad escamotage di estetica.

La fotografa britannica di nome Sophie Mayanne ha voluto dar vita a un progetto fotografico che invece dona nuova dignità a questi segni, ognuno dei quali porta con sé una storia e un ricordo importanti.

La serie fotografica si intitola “Behind The Scars”, negli scatti compaiono le persone e le loro cicatrici.

Un progetto terribilmente onesto che la fotografa ha deciso di realizzare prima di tutto con un intento filantropico: “Quando ho iniziato ricordo di aver detto che se potevo fare la differenza per almeno una persona, allora mi sarei sentita realizzata”.

L’intento di Sophie Mayenne è infatti quello di non far provare più vergogna a chi sul proprio corpo porta una cicatrice che non andrà mai via. 

434
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.