Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

La punteggiatura alternativa che risolverebbe un sacco di problemi ma nessuno usa

Un designer newyorkese ha raccolto 14 simboli stravaganti per aiutarci a non essere fraintesi o mal interpretati quando mandiamo un messaggio scritto

Di Carlo Canepa
Pubblicato il 27 Set. 2017 alle 11:48
10

“Hai mai avuto difficoltà a esprimere i tuoi sentimenti o un significato particolare in un messaggio scritto? Sei mai stato mal interpretato per un sms, un’email o un tweet?”.

Così il designer newyorkese Jeremy Ford introduce Progressive Punctuation, un progetto grafico che raccoglie segni di punteggiatura alternativa per aiutare le persone a chiarire con precisione il tono dei loro messaggi scritti.

Ogni giorno vengono inviate quasi 4 miliardi di email, e tra Messenger e WhatsApp vengono processati oltre 60 miliardi di testi. È inevitabile che per molti di noi sia capitato almeno una volta di essere fraintesi per un punto di troppo, o un’emoji messa al momento sbagliato.

Progressive Punctuation è un movimento che si concentra su un’efficace comunicazione scritta e – un po’ con ironia e come provocazione – invita a inserire nei messaggi quotidiani 14 segni stravaganti di punteggiatura alternativa.

Tra questi simboli, troviamo i sei inventati nel 1966 dallo scrittore francese Hervé Bazin nella sua opera Plumons l’oiseau.

Ma quando possiamo usare il punto esclarrogativo, quello d’autorità o quello di acclamazione? Nella gallery, abbiamo raccolto i 14 segni proposti da Ford; nella didascalia è presente il significato, l’autore e la data di invenzione.

Per alcuni esempi di utilizzo, potete visitare il sito del progetto, o seguire su Instagram l’account @progressivepunctuation. Qui è possibile scaricare il file con i font della punteggiatura alternativa.

10
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.