Me

Salvini prende a manganellate Di Maio: il violento murale sui Navigli di Milano

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 10 Mag. 2019 alle 08:46

Salvini Di Maio murales Milano | Matteo Salvini, il ministro dell’Interno, picchia con un manganello Luigi Di Maio, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico: è il nuovo murale comparso a Milano, sui Navigli.

La scena del graffito è violenta e sconcertante. Il vicepremier leghista schiaccia con la violenza il collega grillino e lo prende a manganellate.

Circa un anno fa, marzo 2018, a Roma avevamo visto il leader della Lega e il leader del Movimento 5 Stelle raffigurati mentre si baciavano, con alle spalle un cuore rosso. Era l’inizio della relazione al governo, tempi gioiosi dopo la vittoria elettorale. Ma con il tempo l’amore tra i Matteo Salvini e i Luigi Di Maio si è consumato e, dopo un anno, li vediamo sempre litigare.

Non vanno più d’accordo su nulla: dai migranti alla cannabis light, Tav, Province, Tap, Trivelle, sgomberi, Roma e la sua sindaca Virgina Raggi. Il governo è spaccato praticamente su tutto. La rottura per molti infatti è vicina.

Chiuso il caso Siri i due si sono messi subito alla ricerca di qualche altro terreno di scontro e propaganda. È sufficiente un qualsiasi tema per rinverdire una contrapposizione.

Il murales feroce apparso su uno dei ponti dei Navigli di Milano è stato intitolato “Stato di Polizia“. L’autore è la street artist Cristina Donati Meyer.

“È la rappresentazione figurativa e plastica delle tensioni e della competizione all’interno del governo nazionale, diviso su tutto: più che un contratto di governo, sembra una rissa in piazza”, ha dichiarato.
Il bacio tra Salvini e Di Maio, la Meloni con un bambino africano: due nuovi murales a Roma

Conte è Pinocchio, Salvini e Di Maio il gatto e la volpe: la nuova provocazione di Tvboy | VIDEO

TPI Politica | Qui puoi seguire tutte le ultime notizie, analisi, inchieste e interviste sul governo e sulla politica italiana.