Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Le sarcastiche illustrazioni che dovrai guardare due volte per poter capire

Il vignettista russo Anton Gudim ha realizzato delle illustrazioni provocatorie, che combinano ironia e sarcasmo per descrivere la vita quotidiana

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 28 Mar. 2018 alle 15:31 Aggiornato il 28 Mar. 2018 alle 19:18
867

Il vignettista russo Anton Gudim ha realizzato delle illustrazioni provocatorie, che combinano ironia e sarcasmo per descrivere la vita quotidiana con scene talvolta assurde.

Lo scopo principale delle illustrazioni di Gudim è quello di descrivere la vita di tutti i giorni con un umorismo tagliente.

L’artista di Mosca, attraverso le sue illustrazioni, rivela la sua visione sarcastica del mondo.

Molti dei suoi disegni richiedono un doppio sguardo: vanno infatti guardate una seconda volta per cogliere appieno ciò che raccontano.

Lo stile di Gudim è pulito e le illustrazioni sono realizzate con tonalità pastello.

L’illustratore ha dichiarato che per realizzare queste vignette si ispira a quello che vede su internet e sui social media.

Qui, abbiamo raccolto 31 illustrazioni che mostrano i problemi della società odierna. Le ha disegnate il vignettista austriaco Gerhard Haderer.

Il tema portante delle sue illustrazioni è l’ossessione dell’uomo per la tecnologia.

Il fatto che oggi sia più importante fotografare (e condividere sui social) che godersi un panorama è un fenomeno quanto meno realistico e in preoccupante crescita.

Su TPI vi abbiamo mostrato anche i disegni del vignettista austriaco Haderer, che descrivono molto bene il disagio e i problemi della società odierna.

Qui invece, abbiamo raccolto in una fotogallery i sentimenti illustrati che non possono essere descritti a parole. Li ha disegnati un artista giapponese.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop 

867
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.