Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:23
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home

Tutti i piccoli dettagli nascosti che legano i film Pixar tra loro

Immagine di copertina
Credits: Pixar, Gotomalls

I più ricorrenti sono i riferimenti a Toy Story, il primo film degli studios Pixar uscito nel 1995

Non è un segreto che i film prodotti dagli studios di animazione Pixar, che appartiene alla Walt Disney Company, contengano costanti riferimenti alle altre storie raccontate dalla serie.

Fin dal primo film uscito nel 1995, Toy Story, Pixar ha voluto inserire dei piccoli dettagli che leghino tutti i film insieme e diano l’impressione che tutti i loro personaggi convivano nello stesso universo, soltanto in periodi di tempo o in luoghi differenti.

Altre volte, invece, hanno voluto inserire degli Easter Egg fini a sé stessi, come quando decidono di inserire delle comparse nei film che assomigliano moltissimo alla versione animata dei disegnatori o quando hanno deciso di inserire in ognuno dei venti film che hanno prodotto dal 1995 (oltre che in qualcuno dei cortometraggi) la misteriosa sigla A113.

A113 è il numero della classe dove si tenevano i corsi di graphic design e character animation che molti degli artisti e animatori che lavorano alla Pixar hanno studiato il loro primo anno. La sigla è apparsa per la prima volta come targa della macchina della mamma di Andy in Toy Story e può essere trovata, con un po’ d’impegno, in tutte le pellicole prodotte dalla casa di produzione specializzata in CGI.

Un altro Easter egg molto ricorrente è quello del camioncino Pizza Life che viene visto per la prima volta il Toy Story e appare quasi sempre in ciascuno dei film successivi, anche nei posti più impensati.

Alcuni degli altri intelligenti dettagli inseriti dai disegnatori nelle pellicole animate, però, sono ancora più intelligenti: una delle cose che Pixar fa spesso, ad esempio, è inserire nei propri film un riferimento molto velato, un piccolo dettaglio che ammicca ai protagonisti del proprio prossimo film.

Così, ad esempio, in Rataouille si può vedere l’ombra di un cane che ha esattamente la stessa forma di Dug, il golden retriever di Up, uscito qualche anno dopo.

Ti potrebbe interessare
TV / Masterchef Italia 12, eliminati: chi è stato eliminato oggi?
Cronaca / Il caso della bidella che viaggia da Napoli a Roma: “Altro che pendolare, è in congedo fino a fine agosto”
Lotterie / Simbolotto, estrazione di oggi 26 gennaio 2023 | Lotto
Ti potrebbe interessare
TV / Masterchef Italia 12, eliminati: chi è stato eliminato oggi?
Cronaca / Il caso della bidella che viaggia da Napoli a Roma: “Altro che pendolare, è in congedo fino a fine agosto”
Lotterie / Simbolotto, estrazione di oggi 26 gennaio 2023 | Lotto
Lotterie / Estrazione Lotto e 10eLotto: i numeri vincenti estratti oggi giovedì 26 gennaio 2023
Lotterie / Estrazione Superenalotto oggi 26 gennaio 2023: i numeri vincenti
Cronaca / Lecce, si innamora di un poliziotto conosciuto online ma dopo anni scopre che è una donna
Spettacoli / Fabio Volo contro la presenza di Zelensky a Sanremo: “Fatico a capire, quando poi è venuto cosa cambia?”
Cronaca / Roma, torna l’incubo del knockout game: donna colpita al volto da uno sconosciuto in strada
Spettacoli / “L’arte è wow!”: la mostra che celebra 15 anni di Dynamo Art Factory apre al pubblico in Triennale Milano l’8 febbraio
Gossip / Lo stratagemma della modella di Onlyfans per portare gli alcolici ai concerti: “Nascondo le bottiglie nel mio fondoschiena”