Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Stiamo distruggendo la Foresta amazzonica, e queste foto lo dimostrano

La foresta si estende per gran parte del Brasile settentrionale e occidentale, e arriva fino alla Colombia e al Perù. Fotoreportage a cura di Ricardo Moraes

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 31 Ago. 2017 alle 13:46 Aggiornato il 31 Ago. 2017 alle 14:36
1.2k

L’Amazzonia è la foresta tropicale più vasta al mondo, grande 18 volte quanto l’Italia, e ospita uno dei fiumi più imponenti del pianeta. Il Rio delle Amazzoni si estende per oltre 6,900 chilometri, dieci volte la lunghezza del Po, rendendolo il corso d’acqua più lungo oggi esistente.

La foresta occupa gran parte del Brasile settentrionale e occidentale, e si espande fino in Colombia e Perù.

In Amazzonia vivono migliaia di specie di animali e diversi gruppi etnici, alcuni divisi in tribù che vivono lontane dalla tecnologia e dal resto della comunità internazionale.

Questi popoli indigeni non hanno contatti con le società dei paesi in cui si trova la foresta e sono vulnerabili alle malattie trasmesse dall’esterno, come le patologie infettive, contro cui buona parte del resto del mondo è vaccinato.

Alcune di queste tribù vivono fuggendo dalle aziende di allevamento, da quelle minerarie, petrolifere e del legname, che mettono a rischio la sopravvivenza non solo di queste culture ma dell’intero ecosistema dell’Amazzonia.

– LEGGI ANCHE: Il Brasile ha abolito una riserva naturale in Amazzonia per consentire le estrazioni minerarie

Un tribunale brasiliano ha bloccato l’abolizione di una riserva naturale in Amazzonia

1.2k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.