Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il ragazzo di 14 anni che insegna in una università britannica

Immagine di copertina

Yasha Asley a 12 ha iniziato i corsi universitari e a 13 gli è stato offerto un posto nel dipartimento di matematica dell'Università di Leicester

Yasha Asley è soprannominato “il calcolatore matematico umano” per la sua brillante capacità di fare dei calcoli complessi. Oggi, all’età di 14 anni, il ragazzo lavora come lecturer all’Università di Leicester, nel Regno Unito. Qui, oltre a studiare per conseguire una laurea, Yasha si occupa di tenere le esercitazioni per gli studenti più adulti. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

All’età di 12 anni, il ragazzo fu ammesso alla facoltà di matematica dell’Università di Leicester, e per questo fu considerato il più giovane studente universitario del Regno Unito. Attualmente, è anche il più giovane impiegato. Da un anno Yasha lavora in pianta stabile nel dipartimento di matematica dell’università britannica. 

L’impiego gli fu offerto all’età di 13 anni, ma dovette prima attendere un permesso speciale per essere assunto, a causa della sua giovane età. Al dipartimento di matematica, Yasha tiene le sue lezioni settimanali rivolte agli studenti più grandi che necessitano di un aiuto e di un supporto per risolvere esercizi e problemi matematici dopo le lezioni. 

In un’intervista, Yasha ha dichiarato che i suoi anni migliori li ha trascorsi all’università. “Mi piace andarci e amo il mio nuovo lavoro perché aiuto gli altri studenti”. Asley è al suo ultimo anno di università e una volta terminati i corsi e conseguita la laurea ha già espresso il desiderio di seguire un dottorato. 

Figlio di immigrati di fede musulmana che vivono nel Regno Unito, Yasha fin dalle scuole elementari ha manifestato il suo lato geniale e la propensione per i numeri. Ha sempre frequentato istituti statali, almeno fino a quando non ha vinto il suo posto all’università di Leicester dove è stato ammesso nel 2014, una volta superati i test di matematica di livello i più elevato. 

È stato il primo bambino di quell’età a raggiungere e superare test di matematica di Livello A segnando il punteggio più alto: 100 per cento e 99 per cento in due dei sei test. Il primo lo eseguì all’età di otto anni.

Il secondo test sempre di alto livello lo ha superato all’età di dieci anni, dimostrando la capacità di risolvere equazioni complicate in pochi minuti. Dopo aver terminato la scuola elementare a Braunstone che frequentava tre giorni a settimana, Yasha è stato ammesso all’Università di Leicester. 

Nel corso dell’intervista, Yasha ha ricordato di non aver faticato nel compilare il test e di non essere affatto nervoso mentre eseguiva il suo ultimo esame. Ha raccontato di aver aperto la busta che conteneva i documenti, di aver letto la prima domanda e di aver iniziato a scrivere.

“È nato con un talento e per lui studiare a livello universitario non è affatto impegnativo”, ha raccontato il padre Moussa Asley. “Sono orgoglioso di vederlo crescere mentre fa qualcosa che ama. È cosi bravo a capire i problemi e a spiegarli in modo chiaro che questo lavoro è perfetto per lui”.

Yasha ha confessato diverse volte di amare quello che studia, “perché la matematica è una scienza esatta e perché si tratta dell’unica scienza in cui è possibile dimostrare che ciò che dici è corretto”. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”
Esteri / Un bisonte e un paio d'occhiali da sole: così sottovoce Biden torna a trattare con Putin
Esteri / “Forza Italia”: Patrick Zaki scrive un bigliettino per gli azzurri dal carcere egiziano
Esteri / Hong Kong, blitz della polizia negli uffici del giornale pro-democrazia: 5 arresti
Esteri / Biden regala a Putin un bisonte di cristallo: ecco cosa simboleggia
Esteri / Violentata in una casa vacanze, 29enne risarcita con 7 milioni da Airbnb
Esteri / Abusati, picchiati, derubati: quei minori stranieri respinti illegalmente alla frontiera del Nord Italia