Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:49
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Turchia: eletto il primo sindaco comunista nella storia del paese

Immagine di copertina
Fatih Mehmet Maçoglu

I risultati delle elezioni amministrative in Turchia del 31 marzo sono stati un duro colpo per il presidente Erdogan, che ha perso tre delle più grandi città del paese in favore dell’opposizione.

Come ha spiegato a TPI il portavoce dell’Ufficio informazione per il Kurdistan in Italia Uiki-Onlus, il voto della comunità curda ha avuto un peso importante nell’incrinare il potere del presidente, aggiungendo che è giunto il momento di mandare a casa il raìs.

Ma la vittoria ad Ankara e Istanbul dell’opposizione non è l’unica sorpresa delle amministrative.

Per la prima volta in Turchia è stato eletto un sindaco appartenente al Partito Comunista di Turchia (TKP): Fatih Mehmet Maçoglu è diventato primo cittadino del municipio di Dersim, nella zona nord-orientale della Turchia.

Fatih Mehmet Maçoglu ha conquistato la città, in cui vivono 82mila persone, grazie al sostegno del 32,7 per cento degli abitanti superando così i candidati di HDP (28,1 per cento), CHP (20,59 per cento) e AKP (14 per cento).

A contribuire al successo del nuovo sindaco è stata la creazione di modello di produzione agricola cooperativa mai visto prima in Turchia e che Maçoglu ha implementato nella provincia di Ovacik.

Un modello che il sindaco è intenzionato a riprodurre su scala più ampia nel municipio di Dersim, oltre a voler amministrare il comune con l’aiuto della popolazione locale attraverso quella che è stata da lui stessa definita una politica di “porte aperte”.

“Dimostreremo all’intero Paese che un modello socialista è possibile”, ha dichiarato al quotidiano turco SoL.

Maçoglu come detto è un esponente del Partito Comunista di Turchia (TKP), un movimento politico spesso vittima della politica repressiva del presidente Erodgan, che in occasione delle elezioni presidenziali del 2018 ne aveva escluso la partecipazione alle urne.

>>Elezioni in Turchia: “Il tempo di Erdogan è finito: è ora che faccia i bagagli e se ne vada”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Israele, Netanyahu sotto assedio per la riforma della giustizia. Il governo si spacca sul possibile stop
Esteri / Passeggero dell’aereo disgustato dall’alito del vicino: “Mi sta uccidendo”
Esteri / Padre vuole fare il piercing alle orecchie al figlio neonato, il professionista si rifiuta | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Israele, Netanyahu sotto assedio per la riforma della giustizia. Il governo si spacca sul possibile stop
Esteri / Passeggero dell’aereo disgustato dall’alito del vicino: “Mi sta uccidendo”
Esteri / Padre vuole fare il piercing alle orecchie al figlio neonato, il professionista si rifiuta | VIDEO
Esteri / Trump incita i suoi: “Rieleggetemi e sarete vendicati. Su di me inchiesta stalinista”
Esteri / Reportage TPI – Parigi brucia: la “revolution” non va in pensione e la Francia si rivolta contro re Macron
Esteri / Yemen: neanche la pax cinese può mettere fine alla guerra dimenticata
Esteri / “Armi nucleari tattiche in Bielorussia”: Putin torna a minacciare l’Europa
Esteri / Francia, scontri al bacino idrico di Saint-Soline tra black block e gendarmeria: cinquanta feriti, tre sono gravi
Esteri / Malore in diretta tv per la conduttrice che si mette le mani sul viso e crolla a terra | VIDEO
Esteri / I Paesi nordici pronti a un accordo sulla difesa aerea congiunta: il piano contro la minaccia russa