Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Fascista”, “Stupido e incompetente”: la polemica tra Trump e il sindaco di Londra

Immagine di copertina

TRUMP VISITA LONDRA – Non sono mancate le polemiche nel Regno Unito nel giorno dell’arrivo del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per una visita di Stato di tre giorni. L’ospite della Gran Bretagna è stato protagonista di uno duro botta e risposta via social network con il sindaco laburista di Londra Sadiq Khan, ancor prima di atterrare nella capitale.

Trump visita Londra | Scontro con il sindaco di Londra | Khan

Ad innescare lo scontro è stato Khan, che ieri ha dato del “fascista” al presidente Usa, ha paragonato il suo linguaggio a quello di un fascista del XX secolo. Trump per tutta risposta ha paragonato il sindaco allo “stupido e incompetente” primo cittadino dem di New York, Bill de Blasio. Poi, oltre a insistere a irriderlo per la bassa statura, lo ha definito “un perdente”, invitandolo a occuparsi della dilagante “criminalità” di strada a Londra. “Se vorrei incontrare il sindaco di Londra Sadiq Khan? No, non lo apprezzo molto. Penso che sia il gemello di de Blasio tranne per il fatto che è più basso”: ha detto Trump ai cronisti a bordo dell’Air Force One che lo stavano portando a Londra.

Una controreplica non si è fatta attendere. “Sadiq rappresenta i valori progressisti di Londra nel mondo”, mentre Trump, al di là dei suoi “insulti infantili”, “è il più vergognoso esempio della crescita dell’estrema destra nel mondo”, ha detto un portavoce del Municipio.

trump visita londra polemica sindaco londra

> Tutte le news di TPI sugli Stati Uniti

Dopo George W. Bush e Barack Obama, Trump è il terzo presidente Usa ad essere accolto dalla regina Elisabetta nei suoi 67 anni di trono. Il presidente e la first lady Melania sono giunti in mattinata in Gran Bretagna per la visita. L’Air Force One, partito dal Maryland, dalla base di Andrews, è atterrato all’aeroporto di Stansted, alle porte di Londra. La coppia è poi ripartita dopo pochi minuti, a bordo di un elicottero americano.

trump visita londra tweet sindaco londra

Il ministro britannico degli Esteri Jeremy Hunt, che ha ricevuto la coppia all’aeroporto, e ha dichiarato che il presidente Usa “è un presidente molto controverso, noi tutti ci siamo abituati a questo negli ultimi due anni, e non ci sono visite da parte del presidente Trump che non abbiano momenti inaspettati”, ma in questa visita “vogliamo celebrare un’incredibile partnership fra i nostri due Paesi”.

trump visita londra scontro sindaco londra

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”