Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Toronto | Un furgone investe i pedoni: 10 morti e 15 feriti | Diretta

Immagine di copertina
A Toronto è in corso il G7 dei ministri degli Esteri, tra i quali è presente anche quello italiano Angelino Alfano.

L'autista alla guida del furgone è stato arrestato:è un 25enne canadese di origine armena. In città è in corso il G7 dei ministri degli Esteri

Attacco Toronto | Furgone investe la folla | Diretta | Ultime notizie

Dieci persone sono morte e altre quindici sono rimaste ferite, molte delle quali in modo grave, dopo che un furgone ha investito i pedoni a Toronto, in Canada. La strage è avvenuta lunedì 23 aprile 2018 intorno alle 13.30 ora locale (le 19.30 in Italia).

La polizia ha arrestato l’uomo alla guida del veicolo: si tratta di Alek Minassian, un 25enne canadese di origine armena.

Secondo le autorità si è trattato di un “atto deliberato”, ma non è ancora noto se si sia trattato di un’azione di matrice terroristica o di un gesto di follia. i media locali propendono per la seconda ipotesi.

A Toronto sono riuniti in questi giorni i ministri del G7.

Il ministro della Sicurezza pubblica canadese, Ralph Goodale, ha dichiarato che quanto accaduto non sembra rappresentare una minaccia per la sicurezza nazionale.

Cosa sappiamo finora

Un portavoce della polizia ha detto che un furgone bianco noleggiato ha travolto i passanti lungo Yonge Street e Finch Avenue West, a nord di Toronto.

Il mezzo si è lanciato sul marciapiede e ha proseguito per circa due chilometri, prima di essere fermato dalla polizia e circondato.

L’autista ha inizialmente tentato la fuga, ma è stato successivamente fermato e arrestato dalle autorità.

Un testimone ha detto di aver visto almeno tre persone in fin di vita sul marciapiede. “C’era molto sangue, tutti erano profondamente scioccati”, ha detto.

Le vittime sono state trasportate in ospedale.

Le autorità hanno annunciato che è stata aperta un’indagine. Se ne occuperà la Royal Canadian Mounted Police, la forza di polizia federale del Canada.

“Uccidimi, ho una pistola”

Quando è stato fermato dalla polizia, Minassian ha puntato quella che sembrava una pistola contro un agente, urlando: “Uccidimi”.

La scena è stata filmata con uno smartphone (qui il video).

L’agente ha intimato all’uomo di scendere dal furgone. Il conducente è sceso e ha detto di avere una pistola. L’agente ha risposto: “Non mi interessa”.

L’autore della strage è stato quindi arrestato senza che fosse sparato nessun colpo.

Chi è l’autore della strage

Alek Minassian, canadese di origine armena, ha 25 anni ed è residente a Richmond Hill, un sobborgo a nord di Toronto.

Un profilo sul sito di social network LinkedIn lo identificacome studente al Seneca College di North York, lo stesso quartiere della città dove è avvenuto l’attacco.

Le autorità lo stanno interrogando per capire quale sia stata la ragione che lo ha spinto a lanciarsi contro i passanti.

Alek Minassian
Alek Minassian, 25 anni

Il G7 dei ministri degli Esteri

Il premier del Canada, Justin Trudeau, ha espresso le condoglianze alle vittime.

Gli inquirenti hanno cordonato l’area coinvolta nell’incidente e hanno chiesto ai passanti di evitare la zona. Sono stati sospesi i trasporti che operano nei pressi del luogo in cui il furgone ha travolto i pedoni.

A Toronto è in corso il G7 dei ministri degli Esteri, tra i quali è presente anche quello italiano Angelino Alfano.

VIDEO:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”