Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Svelata una delle cause della morte di Carrie Fisher

Immagine di copertina
Credit: Reuters

L'attrice diventata famosa per l'interpretazione della Principessa Leila in Star Wars è morta per un'apnea notturna e per "altri fattori"

L’attrice statunitense Carrie Fisher si è spenta il 27 dicembre 2016 in seguito a un arresto cardiaco, ma la causa esatta della sua morte finora è rimasta sconosciuta. Ora il medico legale della contea di Los Angeles ha reso noto che l’attrice è morta per un’apnea notturna e “altri fattori”.

Carrie Fisher aveva 60 anni ed era nota soprattutto per aver impersonato il ruolo della principessa Leila nella celebre saga di Star Wars.

 

L’apnea notturna è un’anomalia che provoca una disfunzione o alterazione respiratoria durante il sonno che può durare alcuni secondi o minuti.

Il medico legale ha elencato l’apnea notturna tra le cause della morte dell’attrice. Fisher aveva anche una malattia cardiaca aterosclerotica e aveva usato farmaci, ha dichiarato il medico, tuttavia il ruolo di questi fattori in relazione alla sua scomparsa non è stato accertato.

L’attrice aveva avuto un arresto cardiaco mentre viaggiava a bordo di un aereo venerdì 23 dicembre. Il volo partito da Londra era diretto a Los Angeles. Quindici minuti prima dell’atterraggio, Fisher si era sentita male.

Il personale di bordo aveva tentato di rianimarla praticando il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca. La donna era poi stata immediatamente ricoverata in un ospedale di Los Angeles dopo l’atterraggio in pista.

Fisher era in tour per promuovere il suo ultimo libro, The Princess Diarist.

 

L’attrice non ha più ripreso conoscenza ed è  morta il 27 dicembre al Ronald Reagan UCLA Medical Centre. Sua madre, Debbie Reynolds, è morta il giorno successivo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Esteri / Il precedente Eagleton: quando il senatore democratico rinunciò alla corsa alla vicepresidenza degli Usa
Esteri / Altri quattro anni? Cosa succederebbe se Joe Biden vincesse le elezioni presidenziali negli Stati Uniti
Esteri / Reportage TPI – Così il turismo si è mangiato il Costa Rica
Esteri / Iran: Usa condannati a pagare quasi 6,8 mld dlr per gli effetti delle sanzioni sui pazienti affetti da una malattia rara
Esteri / Orban incontra Trump: “Abbiamo discusso di pace: risolverà tutto lui” | VIDEO
Esteri / Nuova gaffe di Biden, al vertice Nato presenta Zelensky chiamandolo Putin
Esteri / Gaza: 32 morti in 70 raid dell'Idf. Media: "4 operatori umanitari stranieri uccisi in un raid a Rafah". Biden assicura: "Progressi verso un accordo di tregua". Media: "Passi avanti sulla riapertura del valico di Rafah". Ma l'ufficio di Netanyahu smentisce: “Nessun ritiro delle truppe dal confine". Hamas vuole una garanzia scritta che la guerra non riprenderà dopo la liberazione degli ostaggi. Il 19 luglio la Corte de L'Aja si pronuncerà sulle conseguenze giuridiche dell'occupazione dei Territori palestinesi