Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Strage Beirut, presidente libanese Aoun: “Non esclusa aggressione esterna con un missile o una bomba”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 7 Ago. 2020 alle 16:35 Aggiornato il 7 Ago. 2020 alle 16:37
47
Immagine di copertina
L'esplosione al porto di Beirut Credits: ANSA

Il presidente libanese, Michel Aoun, non esclude l’ipotesi di un’interferenza esterna come causa delle esplosioni di martedì scorso a Beirut, pur sottolineando che l’ipotesi principale resta quella di materiale mal immagazzinato.

“La causa delle esplosioni ancora non è stata determinata dato che esiste la possibilità che si sia prodotta un’interferenza esterna attraverso un missile, una bomba, o una qualsiasi altra azione”, ha affermato Aoun parlando con la stampa, citato dall’emittente libanese Mtv.

Il presidente ha anche rivelato di aver chiesto al suo omologo francese Emmanuel Macron, che la Francia fornisca al Libano “le immagini aeree dell’esplosione. “Se non le hanno, chiederemo ad altri paesi per determinare se si sia trattato di un attacco esterno”.

Leggi anche: 1. Libano: devastante esplosione al porto di Beirut. Le impressionanti immagini della deflagrazione / 2. Libano, ferito un militare italiano in un’esplosione al porto di Beirut / 3. Libano, esplosione al porto di Beirut: incidente o attentato? Tutte le ipotesi

47
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.