Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Gli Stati Uniti sanzionano i dipendenti di un centro di ricerca siriano per l’attacco chimico

Immagine di copertina

Il dipartimento del Tesoro ha deciso di vietare i contatti tra i cittadini statunitensi e 271 operatori ritenuti responsabili di realizzare armi chimiche

Gli Stati Uniti hanno sanzionato 271 dipendenti di un’agenzia governativa siriana considerati responsabili dello sviluppo di armi chimiche. La decisione arriva dopo l’attacco del 4 aprile nella provincia di Idlib che ha causato la morte di più di 80 persone in Siria.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Secondo il dipartimento del Tesoro statunitense, nel centro siriano per gli studi scientifici e la ricerca lavoravano esperti in chimica che hanno supportato i programmi governativi almeno dal 2012

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha sempre negato l’utilizzo del gas nervino contro la sua popolazione e ha accusato l’occidente di aver inventato l’incidente per giustificare i bombardamenti aerei nel paese.

Le sanzioni significheranno il divieto di contatti tra gli accusati e i cittadini statunitensi. “Gli Stati Uniti stanno mandando un messaggio forte con questa azione perché considerano l’intero regime responsabile per queste gravi violazioni dei diritti umani. Lo scopo è scoraggiare l’utilizzo delle armi chimiche”,  si legge nel comunicato ufficiale del dipartimento di Washington.

Il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson ha espresso soddisfazione per le sanzioni decise dagli Stati Uniti contro chi è considerato collegato all’attacco nella provincia di Idlib. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda