Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Stati Uniti e Corea del Sud hanno iniziato un’esercitazione militare congiunta

Le operazioni andranno avanti dal 16 al 20 ottobre e vedrà coinvolta anche la portaerei nucleare USS Ronald Reagan. La Corea del Nord considera le operazioni una provocazione

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 16 Ott. 2017 alle 16:50 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:34
0
Immagine di copertina
Credit: U.S. Navy/Senior Chief Mass Communication Specialist Spike Call

Almeno 40 navi militari delle forze navali degli Stati Uniti e della Corea del Sud, compresa la portaerei nucleare USS Ronald Reagan, stanno prendendo parte a un’esercitazione congiunta al largo delle coste della penisola coreana.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Le operazioni militari, iniziate lunedì 16 ottobre, andranno avanti fino al 20 dello stesso mese”, ha detto il ministro della Difesa della Corea del Sud, l’ex ammiraglio Song Young-moo.

L’esercitazione Multinational Mine Warfare è stata progettata per addestrare le unità navali a individuare e “neutralizzare” le mine anti-nave e proteggere le rotte di navigazione intorno alla penisola coreana.

Il contributo statunitense a questa esercitazione prevede la partecipazione di due cacciatorpediniere, la USS Stethem e la USS Mustin. “Le unità avranno a disposizione elicotteri e 40 tra mezzi navali di superficie e sottomarini”, si può leggere in una dichiarazione rilasciata dalla Marina degli Stati Uniti.

“Questa esercitazione è un’occasione incredibile per le nostre forze armate e il nostro personale a condurre operazioni complesse contro le mine a difesa dei nostri alleati e amici”, ha detto il capitano Jim Miller, capo della squadriglia anti-mine che partecipa alle operazioni congiunte.

Jang Wook, portavoce della Marina della Corea del Sud, ha invece affermato che le esercitazioni mirano all’addestramento delle forze alleate per rispondere a una potenziale provocazione navale da parte della Corea del Nord e migliorare le capacità operative combinate dei due paesi.

Gli Stati Uniti hanno inviato a partecipare alle operazioni anche quattro aerei da combattimento di ultima generazione, due F-22 e due F-35, in una mossa che mira a impressionare le forza armate nordcoreane.

I quattro velivoli parteciperanno a uno spettacolo aereo e a una mostra a Seoul che dovranno iniziare martedì 17 ottobre.

La settimana scorsa, gli Stati Uniti hanno inviato due bombardieri supersonici B-1B a sorvolare la penisola nordcoreana dalla base aerea di Guam, nell’oceano Pacifico.

Le esercitazioni sono l’ultima di una lunga serie di operazioni congiunte tra le due nazioni che hanno fatto infuriare il leader di Pyongyang, Kim Jong Un.

La Corea del Nord non ha risposto immediatamente all’avvio delle esercitazioni, tuttavia venerdì 13 ottobre, il ministero degli Esteri della Corea del Nord ha accusato gli Stati Uniti di provocare il paese mobilitando portaerei e altri mezzi da guerra vicino alla penisola.

Domenica 15 ottobre, il segretario di Stato Rex Tillerson aveva detto che il presidente Donald Trump lo aveva invitato a continuare gli sforzi diplomatici per calmare le tensioni con la Corea del Nord.

“Questi tentativi diplomatici andranno avanti finché la prima bomba non sarà sganciata”, ha detto Tillerson.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.