Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

I socialdemocratici vincono le elezioni in Romania

Immagine di copertina

Domenica 11 dicembre si sono tenute le elezioni parlamentari. I socialdemocratici hanno ottenuto il 45 per cento dei voti, il partito conservatore il 20 per cento

La sinistra in Romania è pronta a tornare al governo. Domenica 11 dicembre 2016 si sono tenute le elezioni parlamentari, che hanno sancito la vittoria del partito socialdemocratico, a un anno dalle dimissioni di Victor Ponta, allora primo ministro e leader del partito. 

I socialdemocratici hanno ottenuto il 45 per cento dei voti, contro il 20 per cento del partito Nazionale Liberale. Al terzo posto, con il 9 per cento dei voti, si è piazzato il partito Salviamo la Romania, creato nel febbraio 2016. 

La Romania è uno dei paesi più poveri e corrotti dell’Unione europea: un cittadino su quattro vive sotto la soglia di povertà. L’aumento dei salari e delle pensioni e il taglio delle tasse sono alcune delle promesse elettorali dello schieramento vincente.

Il prossimo primo ministro rumeno potrebbe essere Liviu Dragnea, che attualmente sta scontando una pena per frode elettorale. 

Nel 2016, dopo le dimissioni del premier Ponta in seguito all’incendio in una discoteca di Bucarest in cui morirono 64 persone, diverse personalità di spicco – tra cui ministri, imprenditori e giudici – sono finite sotto inchiesta. Molti romeni chiedono che la campagna contro la corruzione sia una priorità del prossimo governo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”