Semplicemente umani

Un'artista brasiliana ha dimostrato che ogni individuo ha un colore di pelle diverso, per superare le classificazioni razziali

Di Caterina Michelotti
Pubblicato il 4 Dic. 2014 alle 11:52 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:41
0
Immagine di copertina

L’artista brasiliana Angélica Dass ha fotografato centinaia di persone provenienti da tutto il mondo e ha cercato di classificare il colore della loro pelle secondo la scala cromatica Pantone.

Ogni ritratto è stato posto su uno sfondo perfettamente corrispondente al fototipo del soggetto. Il progetto, chiamato Humanae, mira a superare la classificazione schematica di pelle rossa, gialla, nera e bianca.

I soggetti immortalati, spiega Dass sul suo sito, sono tutti volontari che, venuti a conoscenza del progetto, hanno chiesto di poter partecipare. Sono stati chiamati da Madrid e Barcellona (Spagna), Winterthur (Svizzera), Bergen (Norvegia), Daegu (Sud Corea), Rio de Janeiro e San Paolo (Brasile), Parigi (Francia) e Chicago (Stati Uniti).

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.