Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:46
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La scrittrice premio Nobel Svetlana Aleksievic ha annullato un incontro in Ucraina dopo le minacce dei nazionalisti

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Il movimento ultranazionalista ucraino Myrotvorets aveva inserito la scrittrice nella lista dei "nemici dell'Ucraina"

In video diffuso sulla sua pagina Facebook, la scrittrice e premio Nobel per la letteratura Svetlana Aleksievic ha fatto sapere di essere stata minacciata dai nazionalisti ucraini e di aver annullato l’incontro con i lettori organizzato a Odessa, in Ucraina.

Il nome della scrittrice infatti è stato inserito nella lista dei “nemici dell’Ucraina” pubblicata sul sito ultranazionalista ucraino Myrotvorets, i Pacificatori, poche ore prima dell’evento organizzato dal Teatro verde di Odessa.

Secondo quanto riportato sul sito del movimento, Aleksievic è accusata di aver “propagandato la discordia interetnica e manipolato informazioni importanti per la società” in occasione di un discorso tenuto dalla scrittrice a Brooklyn, negli Stati Uniti, nel 2016.

In seguito, il nome di Svetlana Aleksievic è stato eliminato dalla lista del movimento ultranazionalista ucraino, ma il Teatro e la scrittrice hanno ugualmente preferito annullare l’evento.

Gli organizzatori hanno fatto sapere di voler “evitare rischi” anche per il pubblico.

Le accuse mosse dal sito contro la scrittrice sono state definite da Svetlana Aleksievic stessa come “inverosimili”.

” “Mia mamma è ucraina, sono nata in Ucraina e ho sempre sentito di essere ucraina… È sempre importante incontrare l’Ucraina”, ha spiegato la scrittrice.

Aleksievic però ha la cittadinanza bielorussa essendo cresciuta in Bielorussia.

La scrittrice ha dedicato diversi romanzi all’Ucraina e nel 2014 ha condannato l’annessione della Crimea alla Russia, definendolo un “intervento armato”.

Uno dei romanzi che hanno reso famosa la scrittrice Aleksievic si intitola “La preghiera di Chernobyl”.

Il libro racconta di “cani che ululano, cercando di salire sugli autobus, mentre i soldati li spingevano fuori a calci”.

Le famiglie, con il cuore spezzato, chiedevano pietà ai soldati, implorando di non uccidere i loro cuccioli. Suppliche rimaste inascoltate, poiché furono inviate squadre per sparare agli animali.

Il romanzo è la ricostruzione non degli avvenimenti, ma dei sentimenti delle persone che vivono a Černobyl.

“Per tre anni ho viaggiato e fatto domande a persone di professioni, destini, generazioni e temperamenti diversi. Credenti e atei. Contadini e intellettuali. Černobyl’ è il principale contenuto del loro mondo. Ha avvelenato ogni cosa che hanno dentro, e anche attorno, e non solo l’acqua e la terra”, spiega l’autrice.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica