Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:41
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Russia, il leader dell’opposizione Alexei Navalny ricoverato in terapia intensiva: “Avvelenato da potente psicodislettico”

Immagine di copertina

Russia, il leader dell’opposizione Alexei Navalny in terapia intensiva: sospetto avvelenamento

Alexei Navalny, leader dell’opposizione russa, è ricoverato in terapia intensiva in un ospedale della Russia per un sospetto avvelenamento da “ossibutirrato di sodio, un potente psicodislettico”: lo ha annunciato in una serie di tweet la sua portavoce Kira Yarmysh. Secondo quanto affermato dalla donna, Navalny (qui il suo profilo), 44 anni, si è sentito male mentre si trovava a bordo di un areo che da Tomsk, in Siberia, lo stava ripotando a Mosca. Il pilota ha effettuato un atterraggio di emergenza a Omsk per consentire all’uomo di essere ricoverato d’urgenza. I medici sostengono che Alexei Navalny sarebbe stato avvelenato con un liquido caldo. “Crediamo che Alexei sia stato avvelenato da qualcosa mescolato nel suo the”, ha scritto Yarmysh, aggiungendo: “Era l’unica cosa che beveva al mattino”.

Poco dopo la portavoce ha scritto che Navalny “è in coma e in condizioni gravi” sottolineando anche che “la polizia è stata chiamata in ospedale su nostra richiesta”. La portavoce, inoltre, ha accusato i medici: “Solo due ore fa erano pronti a condividere qualsiasi informazione e ora stanno chiaramente giocando per il tempo e non dicono quello che sanno”. Secondo i media locali, il leader dell’opposizione russa sarebbe stato avvelenato con “ossibutirrato di sodio, un potente psicodislettico”. Alexei Navalny, diventato noto come blogger anti-corruzione, è uno dei maggiori oppositori del presidente russo Vladimir Putin ed è stato sottoposto a continue pressioni da parte delle autorità, tra cui numerose pene detentive. Un anno fa, Navaln dichiarò di essere stato avvelenato mentre era in prigione.

Leggi anche: 1. Russia, approvata la riforma della Costituzione: Putin potrà governare fino al 2036 / 2. L’ascesa della Russia di Putin non passa solo dalla Siria / 3. Bielorussia, la dissidente Tarasevich a TPI: “Lukashenko usa il Covid per violare i diritti umani. Vuole annetterci alla Russia”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora