Me

ll leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato rilasciato

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 7 Lug. 2017 alle 13:40 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:01
Immagine di copertina
Credit: Yara Karmish

Il 7 luglio, il blogger russo Alexei Navalny è stato rilasciato dopo 25 giorni di detenzione. Secondo la sua portavoce, Kira Yarmysh, il 41enne ha lasciato il carcere alle 9.00 del mattino, le 8.00 ora italiana. A riferirlo è stata l’agenzia di stampa Reuters.

Navalny era stato condannato a 30 giorni di carcere con l’accusa di ripetute violazioni della legge russa sui raduni non autorizzati. La corte aveva successivamente ridotto il termine di arresto di cinque giorni.

Il blogger, organizzatore di due proteste anti-governative svoltesi negli ultimi mesi, aveva intenzione di candidarsi per le elezioni presidenziali russe del 2018. La Commissione elettorale centrale ha dichiarato Navalny ineleggibile a causa della sua condanna.

Nella giornata di sabato 8 luglio, i sostenitori dell’oppositore avevano intenzione di distribuire la prima edizione della rivista del blogger che avrebbe dovuto accompagnarlo nella sua campagna elettorale. Il 6 luglio però gli investigatori russi hanno fatto irruzione nel quartier generale del blogger e ne ha sequestrato tutte le copie.