Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO

Tan Hill è un pub che si trova nel Nord Yorkshire, in Gran Bretagna, a 560 metri sul livello del mare: da sabato sera 61 persone sono bloccate lì dentro a causa di una bufera di neve che ha chiuso tutte le vie di uscita.

In questi giorni il Regno Unito è colpito da forti nevicate che hanno provocato non pochi disagi. Il pub Tan Hill si trova nella località più alta di tutto il Regno Unito, sabato è caduta così tanta neve da sommergere la porta d’ingresso e parte delle finestre. I clienti e i lavoratori della locanda sono riusciti a scavare un tunnel e sono usciti, ma il locale si trova in una delle zone più isolate del Paese e quindi per il momento non possono andare da nessuna parte dato che le strade sono inagibili.

Per loro, questa situazione, non è un problema. Hanno detto di avere birra a sufficienza, scorte di cibo, hanno organizzato dei giacigli per la notte e anche giochi e sfide di karaoke.  La cover band degli Oasis che si è esibita sabato sera continua ancora a intrattenere gli ospiti.

Sulla pagina facebook del pub vengono condivisi video e immagini di convivialità in cui gli ospiti sembrano essere diventati parte di una grande famiglia. In post si legge: “Ricorderemo sempre questo gruppo di persone straordinarie che si sono riunite in circostanze difficili e hanno goduto di una esperienza che ha cambiato loro la vita”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica