Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Ondata di proteste in Marocco per la morte di un pescivendolo schiacciato in un autocompattatore

Immagine di copertina

Il 31enne era saltato all'interno del mezzo per salvare il pesce che gli era stato confiscato, molti ritengono che la sua morte non sia un incidente ma un omicidio

Venerdì 28 ottobre un pescivendolo marocchino è rimasto ucciso all’interno di un autocompattatore di rifiuti nel tentativo di recuperare il pesce che le autorità di al-Hoceima, una cittadina nel nord del Marocco, gli avevano confiscato.

La polizia aveva sequestrato il pesce appena acquistato presso il porto da Mouhcine Fikri, 31 anni, e altri pescivendoli perché le autorità locali hanno vietato la vendita di pesce spada per l’intera stagione.

Quando il pesce è stato gettato nel compattatore, Fikri è saltato all’interno del camion nel disperato tentativo di recuperarlo, ma è rimasto schiacciato.

La tragica morte dell’uomo ha causato un’ondata di proteste sui social media e la polizia è stata accusata di abuso di potere. 

Alcuni sono convinti che gli agenti abbiano chiesto all’addetto di attivare il compattatore e che quindi la morte del pescivendolo sia stata un omicidio.

Gli attivisti marocchini hanno organizzato per domenica 30 ottobre una manifestazione che ha raccolto moltissime adesioni: la folla che ha partecipato in diverse città del Marocco non si vedeva nelle piazze dal 2011, quando il paese era stato raggiunto dalla primavera araba.

Nel tentativo di moderare la tensione e sedare gli animi, re Mohamed VI, attualmente impegnato in una serie di visite ufficiali in Africa, ha chiesto al ministro dell’Interno di fare visita alla famiglia dell’uomo rimasto ucciso e di portare le condoglianze reali.

Inoltre, il ministro dell’Interno e quello della Giustizia hanno promesso di fare luce sulla vicenda e le autorità hanno cominciato a sentire i testimoni.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225
Esteri / Come in un film, dottoressa fa nascere una bambina in volo: “Si chiama Miracolo”
Esteri / Eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Haʻapai, ora è allarme tsunami | VIDEO
Esteri / Novak Djokovic nuovamente in stato di detenzione al Park Hotel. Stanotte decisione definitiva sull’esplusione
Esteri / Stati Uniti, dura accusa alla Russia: “Ha inviato commando in Ucraina per dare il pretesto all’invasione”