Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Professoressa fa sesso con studenti minorenni nello sgabuzzino di un ristorante: condannata

Immagine di copertina
Laura Calladio Ramos

Negli Stati Uniti, una professoressa  di 32 anni è stata condannata al carcere dopo aver ammesso di aver fatto sesso con due suoi studenti minorenni.

Laura Calladio Ramos, questo il nome della donna, rischia una pena fino a un massimo di cinque anni (la decisione verrà presa dal giudice a fine gennaio).

La donna insegnava nella Central High School di Bridgeport, nel Connecticut: i fatti che le vengono contestati, e che del resto lei stessa ha riconosciuto, risalgono al 2017.

In particolare, la Ramos si è resa protagonista di avances sfociate in rapporti sessuali coi due studenti. I rapporti si sono consumati nella sua auto e, in almeno un caso, nello sgabuzzino di un ristorante.

Uno dei due studenti ha spiegato che l’insegnante era insoddisfatta poiché il marito non voleva più fare sesso con lei.

Da qui la decisione di “sfogarsi” con i suoi studenti, dopo averli circuiti con messaggi e inviti.

Lo stesso studente ha anche detto alla polizia che, dopo aver consumato il rapporto, l’insegnante gli ha inviato un messaggio scrivendo: “È il miglior sesso che abbia mai fatto”.

La polizia ha riferito che la Ramos ha ammesso di aver fatto sesso con uno studente “una manciata di volte” a partire da dicembre 2016. Gli incontri, che per lo più si sono verificati nella sua auto, hanno avuto luogo fino ad aprile 2017.

La professoressa al momento è libera in attesa della sentenza definitiva di gennaio, che stabilità il numero di anni di carcere, e non ha commentato la condanna, come ha riferito il Connecticut Post.

Il suo avvocato, Edward Gavin, ha detto che intende chiedere una sentenza più indulgente.

“Il caso è molto difficile e va analizzato senza pregiudizi – ha detto Gavin – La corte del Connecticut ha la possibilità di prendere una decisione appropriata, e sono sicuro che lo farà nell’udienza di gennaio”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)
Esteri / Marina Usa fa esplodere ordigno da 18mila chili in mare. Lo spettacolare video
Esteri / Francia, la destra moderata vince il primo turno delle regionali. Deludono Le Pen e Macron
Esteri / Usa, il governo pronto a lanciare la pillola anti-Covid entro fine anno