Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Professoressa fa sesso con alunna anoressica di 15 anni: “Ha sfruttato la sua fragilità, uno schifo”

Immagine di copertina

Professoressa fa sesso con un’allieva. Scandalo negli Stati Uniti. Una professoressa di 36 anni, Lauren Coyle-Mitchell è stata condannata a 5 anni di carcere con l’accusa di aver molestato sessualmente una sua studentessa di 15 anni.

Ad aggravare la posizione dell’insegnante, il fatto che la ragazzina soffrisse di disturbi alimentari: era infatti anoressica e in condizioni di particolare fragilità psicologica. Proprio per questo, il comportamento della professoressa è apparso ancora più grave.

La donna ha infatti sfruttato le fragilità della ragazza per approfittarsi di lei e soddisfare i suoi impulsi sessuali. I fatti sono avvenuti nello stato del New Jersey.

Lauren Coyle-Mitchell, sposata, ha iniziato a inviare messaggi alla 15enne nel tentativo di adescarla. La 36enne ha poi avuto rapporti sessuali con la ragazza nella sua abitazione.

Ad accorgersi della stranezza dei rapporti tra insegnante e allieva sono stati alcuni colleghi della Coyle-Mitchell durante un viaggio di istruzione. A quel punto gli altri docenti, resosi conto che qualcosa in quel rapporto non quadrava e andava al di là di una normale relazione insegnante-studente, hanno avvisato le autorità.

È così scattata un’indagine che ha chiarito la dinamica di quel rapporto perverso. Lauren Coyle-Mitchell ha adescato la 15enne sia sui social network sia tramite messaggi sul cellulare. Da lì gli incontri e i rapporti sessuali.

Arrestata una prima volta, la 36enne era stata poi scagionata. A quel punto, però, l’insegnante ha ricominciato ad attuare il comportamento precedente, tentando di rimettersi in contatto con la ragazzina.

Nuovamente arrestata, Coyle-Mitchell  è stata processata e infine condannata a cinque anni di carcere, oltre ad essere iscritta nel registro dei molestatori sessuali.

La vicenda ha fatto scalpore tra la comunità locale: nessuno pensava infatti che la donna potesse arrivare ad approfittarsi di una ragazzina anoressica e mentalmente fragile. La scoperta di quanto avvenuto ha lasciato sotto shock i compagni di classe della vittima e gli altri docenti.

Qui tutte le ultime notizie di cronaca
Ti potrebbe interessare
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Esteri / Monaci positivi al test antidroga: chiuso un tempio buddhista
Esteri / Chi era la 16enne iraniana uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto del velo
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”
Esteri / “Diritti tutelati dalla legge”: la Cina si difende dalle accuse di repressione del dissenso per le politiche anti-Covid