Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La prima birra alla spina self service di Londra per evitare la coda al pub

Immagine di copertina

Nella capitale britannica la compagnia di carte di credito Barclaycard sta sperimentando un sistema di pagamento contactless per velocizzare gli acquisti

Uscire per bere una birra in un pub nel fine settimana può essere una maniera piacevole di passare la serata, ma se il locale in questione è affollatissimo, anche riuscire ad accaparrarsi un’agognata pinta può diventare stressante, tra file, gomitate e attese interminabili.

Per ovviare a quest’annoso problema, la società di carte di credito Barclaycard ha deciso di sperimentare una nuova tecnologia chiamata Pay@pump, che in questi giorni è in fase di sperimentazione in un pub al centro di Londra (e dove, se no?).

All’Henry Café Bar è possibile servirsi alla prima spillatrice di birra alla spina self service, che attraverso uno strumento per il pagamento contactless via carta di credito, permette all’utente di spillarsi da solo la propria birra, evitando le code al bancone.

Secondo quanto riporta il Guardian, il tempo medio di attesa al bar durante la stagione delle feste di Natale è di 12 minuti per ogni ordine, per un totale di 35 minuti a persona nel corso di una serata. Quasi una persona su quattro (il 24 per cento) ha dichiarato di aver considerato l’ipotesi di abbandonare l’acquisto di bevande a causa delle lunghe code al bar, e il 20 per cento ha effettivamente scelto di spostarsi altrove.

“Quando la gente ci ha detto che il tempo di attesa era uno dei loro più grandi fastidi, abbiamo pensato di aiutarli a risolvere un problema comune con una soluzione semplice”, ha dichiarato Tami Hargreaves, direttore commerciale di Barclaycard.

L’intenzione dei creatori è implementare questa tecnologia a livello nazionale nel corso del 2017, non solo nei bar e pub, ma anche presso i grandi festival musicali e i concerti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov: sappiamo del piano italiano solo dalla stampa. L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”