Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Post di Mosca hanno raggiunto 126 milioni di utenti Facebook negli Usa

Immagine di copertina

Facebook, che riferirà al Senato Usa questa settimana, ha detto che circa 80mila contenuti sono stati pubblicati prima e dopo le elezioni presidenziali del 2016 da operatori basati in Russia

Facebook ha reso noto che 126 milioni di utenti americani potrebbero aver visto contenuti caricati da operatori basati in Russia e collegati alle elezioni presidenziali del 2016 negli Stati Uniti. La società, che riferirà al Senato statunitense questa settimana, lo ha reso noto in una dichiarazione scritta depositata presso la Commissione Giustizia che sta indagando sul Russiagate, secondo l’emittente Cnbc.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La propaganda di Mosca per influenzare la politica americana è stata di 80mila post su Facebook, secondo il social media, dal giugno del 2015 all’agosto del 2017. Molti di questi erano focalizzati su temi controversi dal punto di vista politico o sociale.

Facebook ha detto che i contenuti sono stati pubblicati da una società russa collegata al Cremlino.

I manager di Facebook, Twitter e Alphabet saranno sentiti questa settimana da tre commissioni parlamentari che stanno indagando sulle interferenze del Cremlino nei mesi precedenti e successivi all’elezione del presidente Donald Trump lo scorso 8 novembre.

La Russia ha ripetutamente negato le accuse di aver tentato di influenzare i risultati delle elezioni del 2016, in cui la candidata democratica Hillary Clinton, data per favorita, è stata sconfitta.

Il 3o ottobre Paul Manafort, direttore della campagna elettorale di Donald Trump, si è consegnato all’Fbi dopo essere stato accusato di frode fiscale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La direttrice di Russia Today: “O la Russia vince in Ucraina o le cose andranno male per tutta l’umanità”
Esteri / Russia, Medvedev stronca il piano italiano per la pace in Ucraina: “Basato su menzogne”
Esteri / Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea
Ti potrebbe interessare
Esteri / La direttrice di Russia Today: “O la Russia vince in Ucraina o le cose andranno male per tutta l’umanità”
Esteri / Russia, Medvedev stronca il piano italiano per la pace in Ucraina: “Basato su menzogne”
Esteri / Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Ci avevano dato 3 giorni, abbiamo resistito 3 mesi". Medvedev: "Piano di pace italiano basato su menzogne"
Esteri / Fa 8.000 chilometri per raggiungere una ragazza conosciuta su Tinder
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky a Davos: "Stop totale a commercio con la Russia". 007 ucraini: "Putin sfuggito a un attentato due mesi fa". Ergastolo per primo soldato russo a processo
Esteri / Regno Unito, ospita rifugiata ucraina: lascia moglie e figli e scappa con lei
Esteri / Pakistan, due sorelle uccise “per onore” dai suoceri: volevano divorziare dai cugini
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione critica nel Donbass. Mosca ruba il grano". I russi intensificano gli attacchi. Francia: "15-20 anni per Kiev nell'Ue"
Esteri / Afghanistan, le giornaliste sfidano i talebani: in tv a viso scoperto