Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:42
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Perché Marine Le Pen ha preso il 5% a Parigi e Macron il 35

Immagine di copertina

La candidata del Front National è arrivata quinta nella capitale francese, mentre ha raccolto consensi soprattutto nelle zone rurali

Emmanuel Macron ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali in Francia con il 24,01 per cento dei voti contro il 21,3 per cento di preferenze raccolte da Le Pen. La candidata del Front National è riuscita a raccogliere un risultato positivo soprattutto nelle zone rurali più colpite dalla crisi economica.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Le posizioni nazionaliste e anti-europeiste della leader dell’estrema destra francese hanno fatto presa sui giovani disillusi dalla politica tradizionale, ma non hanno convinto l’elettorato moderato della capitale francese. A Parigi, Marine Le Pen è arrivata solo quinta, con meno del 5 per cento dei voti. Nel 2012 Le Pen aveva ottenuto nella capitale il 6,2 per cento dei consensi.

Parigi ha premiato il candidato centrista indipendentista Emmanuel Macron che ha raggiunto il 34,8 per cento delle preferenze. 

Nella capitale francese l’affluenza alle urne è stata molto elevata perché ha toccato quota 83,6 per cento degli aventi diritto al voto. Nella zona est di Parigi ha prevalso il candidato repubblicano Fillon. In due arrondissement si è affermato il candidato della sinistra radicale Melenchon. In tutta la parte centrale netta vittoria di Macron.

Nella regione della capitale, Île-de-France, il candidato più votato è sempre il rappresentante di En Marche!, con il 28,6 per cento. Seguito da Fillon (22,1), Melenchon (21,7) e Le Pen (12,5). Nel dipartimento di Seine-Saint-Denis e nel comune di Aulnay-sous-Bois. Zone conosciute come le banlieue parigine in cui “nascono i terroristi”, è stato premiato il candidato della sinistra radicale Melenchon (34 per cento), seguito da Macron (al 24 per cento), Le Pen (sotto al 14) e Fillon (sotto al 13).

—LEGGI ANCHE: Cosa hanno votato i cittadini di Parigi alle elezioni presidenziali

 LEGGI ANCHE: Un confronto tra Le Pen e Macron, punto per punto

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati
Esteri / Ungheria, Orban sfida l'Ue: "Un referendum sulla legge anti-Lgbtq"
Esteri / Jeff Bezos ringrazia i dipendenti e i clienti Amazon: “Avete pagato il mio volo nello spazio”
Esteri / C'è anche Macron nella lista dei probabili spiati col software Pegasus