Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

“Mia figlia!”, padre di 14enne morta in una sparatoria urla contro Trump che parla di armi | VIDEO

L'uomo, attivista della lotta contro le armi, è stato scortato fuori da agenti in borghese

Di Anna Ditta
Pubblicato il 5 Feb. 2020 alle 08:15 Aggiornato il 5 Feb. 2020 alle 12:41
530

“Mia figlia!”, padre di 14enne morta in una sparatoria urla contro Trump che parla di armi | VIDEO

Fred Guttenberg, padre di una vittima della sparatoria di Parkland, in Florida, è stato scortato fuori dall’Aula del Congresso durante il discorso di Trump sullo Stato dell’Unione. L’uomo, attivista per la lotta contro le armi, ha iniziato a urlare “La mia bambina!”, mentre il presidente stava parlando.

La reazione dell’uomo, che ha perso la figlia 14enne nella sparatoria, è arrivata quando il presidente ha affermato che avrebbe protetto i diritti sulle armi previsti dal Secondo emendamento della Costituzione americana. Guttenberg è stato allontanato dal pubblico e scortato fuori da un agente di polizia in borghese.

Guttenberg si trovava nella balconata perché era stato invitato dalla speaker della Camera, Nancy Pelosi. Dopo che il presidente ha finito di parlare, la speaker democratica ha strappato il testo con il discorso di Trump in un plateale gesto di protesta. Il gelo tra i due era evidente fin dai primi istanti, come testimonia la mancata stretta di mano all’arrivo del presidente.

“È stata una notte difficile”, ha scritto successivamente Guttenberg su Twitter. “Ho interrotto lo Stato dell’Unione e sono stato fermato perché ho lasciato che le mie emozioni avessero la meglio su di me. Voglio semplicemente essere in grado di affrontare la realtà della violenza armata e non dover ascoltare le bugie sul Secondo emendamento come è successo stanotte”.

“Detto questo, non avrei dovuto urlare”, prosegue l’uomo. “Sono grato per il travolgente supporto che sto ricevendo. Tuttavia, devo delle scuse alla mia famiglia e ai miei amici. Ho cercato di comportarmi con dignità durante tutto questo processo e farò del mio meglio mentre perseguo l’obiettivo della sicurezza delle armi”.

Nella sparatoria avvenuta alla Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida, il 14 febbraio 2018, hanno perso la vita 14 studenti e tre membri del personale scolastico. Tra gli studenti uccisi anche Jaime, figlia 14enne di Guttenberg. L’altro figlio, Jesse, che frequentava la stessa scuola, è scappato dalla sparatoria ed è corso a incontrare il padre in un negozio vicino.

Gli studenti e i genitori della scuola di Parkland hanno reso la questione della violenza armata un problema politico di rilievo sin dai giorni immediatamente successivi al massacro.

Nel video qui sotto gli attimi immediatamente precedenti all’allontanamento di Fred Guttenberg dall’aula:

Leggi anche:

Usa: Nancy Pelosi strappa la copia del discorso di Donald Trump | VIDEO

Usa, il discorso di Donald Trump sullo Stato dell’Unione: “Il meglio deve ancora venire”. Gelo con Nancy Pelosi

Sì all’Impeachment Trump: cosa succede ora e quali sono i prossimi passi

Parkland: i video in cui il killer annuncia la strage nella sua ex scuola

530
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.